Di: Sergio Palumbo

Il condominio nel quale abita il dottor G., l’io narrante di questo simpatico libro, nonché alter ego letterario del talentuoso autore Giuseppe Montesano, sembra in preda ad un contagiosissimo delirio. Un delirio fatto di mania per le griffe, teledipendenza (realitydipendenza, soprattutto), di folli idee urbanistiche, … I folli personaggi che si aggirano nel condominio napoletano vengono proposti nel libro con una incessante carrellata di brevi racconti, veri e propri aneddoti al limite del paradosso, dove vengono proposti i ragionamenti e i dibattiti più assurdi. Ciro Vittima si indebita fino al collo perché in televisione hanno detto che gli italiani sono diventati tutti più ricchi; Vincenzo Tummolo (padre di Tummolo Barbie e di Tummolo Sciumi(!)), che “per la salute si farebbe uccidere”, segue il consiglio datogli dalla Società Creazione Coatta dell’Uomo Medio: “Non pensare, Vincenzo, non pensare! Pensare nuove gravemente alla salute!”; Andrea Santo fonda la Sorella Acqua s.r.l. per vendere acqua la cui potabilità è stata testata su cavie umane; la febbre dei condoni contagia tutti, tanto che la moglie di Tommaso Lapanza chiede se è possibile condonare la pena per l’uccisione del marito (“Non è nemmeno un piccolo abuso, quella è proprio carità cristiana”); gli agenti della CIA irrompono nel condominio per cercare armi chimiche nel ragù della signora Amalia; qualcuno propone di creare a Napoli tanti canali come a Venezia per risolvere il problema delle fogne…

Riuscirà il dottor G. ad uscire indenne da questa contagiosa follia collettiva? Riuscirà a resistere alle “tentazioni”?

Gli aneddoti raccontati da Montesano fanno pensare, per analogia, ad un altro grande libro, poi divenuto anche un grande film: Così parlò Bellavista di Luciano De Crescenzo, ma dove la napoletanità si è “imbarbarita” a causa della mediocrità imposta dal culto dei mass media. Magic People è un vero e proprio specchio dei nostri tempi: siamo proprio certi che le esagerazioni paradossali raccontate con grande umorismo e sarcasmo da Montesano siano poi così surreali?

Link: il sito di Feltrinelli Editore – www.feltrinelli.it