Di: Sergio Palumbo

Se Fantozzi è una tragicomica macchietta dell’impiegato sfigato della fantomatica “megaditta”, Dilbert descrive in modo decisamente più realistico (e proprio in quanto più realistico più paradossale) il microcosmo lavorativo dell’ingegnere (ed in genere di ogni impiegato) dei giorni nostri.

Scott Adams ha creato questo spassosissimo fumetto dopo aver lavorato come impiegato in banca e poi presso una famosa compagnia telefonica, per poi scoprire che il suo futuro sarebbe stato quello di pubblicare su oltre 2000 giornali in tutto il mondo le proprie strisce. E, inoltre, di scrivere dei fortunati libri che descrivono in modo divertente (ma, è da ribadire, decisamente realistico) il mondo del lavoro.

Finalmente è uscito in edizione economica “Dilbert e la strategia del fur(b)etto”, edito da Garzanti come anche i suoi predecessori (“Il principio di Dilbert”, “Il futuro secondo Dilbert”, “Dilbert. Il piacere del lavoro”, “Il manuale di management di Dogbert”).

In quest’ultimo libro, Scott Adams ci racconta di una categoria diffusissima di lavoratori: il lavoratore furbetto. Ci sono tantissimi tipi di furbetti: i dirigenti, i venditori, gli scrittori, gli esperti di marketing… finanche i criminali! Adams ce ne propone una miriade e ce li descrive “in azione”: scopriremo come riconoscere i furbetti, come difenderci da loro e come diventare più furbetti: è questa l’unica possibilità di sopravvivere in quelle giungle moderne che sono i luoghi lavorativi.

L’ironia dei paragrafi di Adams si alterna alle sue strisce sarcastiche dove i protagonisti sono Dilbert, Dogbert, Catbert, Ratbert, Wally, Alice, il capo dalla capigliatura a punte e tanti altri comprimari: un vero e proprio ecosistema dove non è difficile rintracciare tanti tratti caratteristici di personaggi reali del proprio ecosistema lavorativo. Il risultato è un libro scoppiettante, di una simpatia irresistibile, dal sarcasmo cinico quanto divertente e frizzante e che potrebbe, con un po’ di coraggio e di sfacciataggine, essere visto anche come un vero e proprio manuale di sopravvivenza.

Link: il sito di Garzanti Libri – www.garzantilibri.it