Di: Patrizia Andriola

Sembra dotato di un sistema di navigazione satellitare! Il libro “Marketing” di Kerin, Hartley, Berkowitz e Rudelius, il più diffuso tra i manuali di marketing negli Stati Uniti, è un’ottima guida soprattutto per i non esperti in materia.

Già sfogliando le prime pagine spicca la sua impostazione sicuramente insolita per i lettori italiani: argomenti complessi affrontati con l’uso di immagini e colori, esempi e approfondimenti trattati con la tecnica ipertestuale per esporre più sinteticamente e rendere più nitidi i contorni dei temi presentati ai lettori, anzi, ai “navigatori” (!) che sono trattati singolarmente in capitoli specifici e poi ripresi con “finestre” aperte in tutti gli altri. Nel corso della sua lettura è praticamente impossibile perdere l’orientamento, e i lettori scopriranno, anche “saltando” di qua e di là tra gli argomenti del manuale, un’utilissima guida che affronta le ormai tantissime ramificazioni della disciplina, curando la trattazione di temi spesso considerati marginali e quindi omessi, come per esempio quello dell’etica, cui è dedicato un capitolo e numerose finestre, o ancora del gay marketing o quello della supply chain, che nell’attuale contesto di mercato è fondamentale per l’integrazione dei processi di marketing. Il manuale “Marketing” tiene ovviamente conto, attraverso una presentazione specialistica, non solo delle tematiche e tendenze più recenti, ma anche degli argomenti tradizionalmente trattati: l’analisi del consumatore e della concorrenza, la pianificazione di marketing e quindi il marketing strategico, il marketing operativo, come costruire un piano di marketing efficace e tanti altri argomenti affrontati con taglio concreto, con contestualizzazioni, citazioni di casi alla fine di ogni capitolo cercando insomma di rendere il contenuto comprensibile, riducendo al minimo la necessità del lettore di disporre di conoscenze di altre discipline come premessa al suo studio.

Un lavoro apprezzabile riguarda l’equilibrio raggiunto tra la versione anglosassone, che fa spesso ricorso alla estrapolazione di concetti da esemplificazioni, e la tradizione espositiva italiana, che privilegia la presentazione di concetti generali per poi declinarli rispetto ad esperienze specifiche: il lavoro di adattamento del testo è stato condotto preservando le caratteristiche anglosassoni, ma cercando anche di rendere il volume più vicino alla sensibilità di un lettore italiano. Il libro, integrato da un glossario dettagliato e dall’indice analitico, ha sicuramente un innovativo approccio metodologico, caratterizzato com’è da uno stile di lettura agevole, coinvolgente ed interattivo.

Inoltre, questo testo si avvale di un sito web dedicato disponibile all’indirizzo www.ateneonline.it/kerin , ricco di supporti didattici per docenti e studenti.

Link: il sito di McGraw-Hill Italia – www.mcgraw-hill.it