Di: Patrizia Andriola

“Maremma safari e altri sogni” è il titolo curioso, divertente e ironico del libro con cui Fabrizio Altieri ci racconta metaforicamente le gioie, i drammi e le contraddizioni del vivere quotidiano. Otto racconti, il cui senso è anticipato da alcuni versi della canzone di Edoardo Bennato “Afferrare una stella” posti come incipit.

Andare contro il proprio destino o avere il destino contro, cercare qualcosa che si pensa inesistente e trovarla, impegnarsi in un lavoro per una giusta ricompensa e non riceverla, il raggiro da parte di chi si mostra tuo complice, questo e ancora tanto altro è raccontato nel vissuto dei numerosi protagonisti delle storie racchiuse nel libro, di cui una sola è autobiografica e dove le altre sono il frutto dei sogni dell’autore, di cui alcuni sognati dormendo ed altri ad occhi aperti. Tutti comunque sogni non dimenticati perché perseguiti…

Nella scrittura emerge la capacità di Altieri di usare il gergo dialettale, che contribuisce a dare al libro un tono leggero e divertente, ma pur capace di cogliere il senso o il non senso che accompagna spesso la vita di ognuno. I racconti, in alcuni passaggi al limite del surreale, si chiudono con una mitica frase tratta dal film “American beauty” che induce il lettore a riflettere sul fatto che, in ogni caso, non si può che provare gratitudine per ogni singolo momento della propria stupida, piccola vita.

Link: il sito di Società Editrice Fiorentina – www.sefeditrice.it