Di: Sonia Colantuono

La storia di un’amicizia tra due ragazze nata, come tutti gli affetti più sinceri e profondi, in maniera del tutto casuale, un legame nato in un’estate e destinato a durare una vita intera; un qualcosa di vero e vivo che porterà entrambe le ragazze a migliorare, a crescere e a trovare la strada giusta da perseguire in quella che è il breve percorso dell’esistenza umana. Il racconto inizia quando la protagonista, Mari, decide di tornare nel suo piccolo paese natale per aprire un negozio di granite. La sua caparbietà e il grande amore per queste delizie a base di ghiaccio le danno l’energia necessaria per riuscire a veder diventare il suo sogno una realtà. Mentre il chiosco di granite inizia la propria vita, la madre di Mari acconsente ad ospitare in casa loro la figlia di una sua amica, Hajime, di qualche anno più giovane della protagonista. L’ospite, dapprima indesiderata dall’impegnatissima Mari, si rivela presto essere un dono prezioso, un’anima che si fonde perfettamente con quella della protagonista, due anime che si guardano e che procedono insieme e che risultano ancora più speciali per le evidenti differenze fisiche esistenti tra le due ragazze. Forte e testarda l’una, fragile e delicata l’altra.

Un libro diverso, questo, per chi già conosce l’autrice giapponese. Bello ed interessante come tutti gli altri, scritto nella solita maniera semplice ed elegante, capace di suscitare emozioni profonde dalla prima all’ultima pagina come tutti gli altri suoi scritti, ma con un contenuto leggermente diverso. Più tranquillo, si potrebbe dire. Le difficoltà della vita vengono, stavolta, affrontate con una lieve distanza non presente negli altri scritti e questo potrà portare nuove persone ad avvicinarsi allo stile dell’autrice. Uno stile tutto suo, che si potrebbe definire “cinematografico” per la spiccata capacità di rendere visibili tutte quelle cose che, nella realtà, sono solo dei piccoli segni su carta.

Link: il sito di Feltrinelli Editore – www.feltrinellieditore.it