Di: Sergio Palumbo

Era il 1989 quando un giovane Alessandro Bergonzoni scriveva e portava in teatro “Le balene restino sedute”. Riguardando ora, diciannove anni dopo, il DVD del suo spettacolo (allegato al volume), si potrebbe dire che Bergonzoni, al pari della Settimana Enigmistica, vanta innumerevoli tentativi di imitazione. La comicità di Bergonzoni era, a quei tempi, a dir poco rivoluzionaria. E, ancor oggi, nessuno dei suoi tanti emulatori (o aspiranti tali) è riuscito ad intaccarne minimamente l’originalità. Insomma, dire che Alessandro Bergonzoni è unico nel suo genere non è affatto un’esagerazione: il suo modo di affabulare con i suoi giochi di parole, il suo cogliere il senso doppio (se non “quappio”, come dice lui) delle parole e di mescolarne i significati come un saggio (o folle?) alchimista, il suo contorcersi sul palco così come è in grado di contorcere a proprio piacimento la lingua italiana, non hanno davvero uguali.
L’accoppiata libro+DVD si rivela, in questo caso, più interessante del solito: è affascinante come siano due entità che, come spiega nella recente intervista (presente nel DVD) l’autore, si sono nutrite l’una dell’altra: dal testo allo spettacolo teatrale e poi di nuovo al testo che diventa libro, arricchito di altre trovate divertenti e geniali e, leggendole, non si potrà non avere la netta sensazione di sentire la voce di Bergonzoni e di immaginarne le inconfondibili espressioni.
L’idea di ristampare, diciannove anni dopo, questo libro e di allegare ad esso il DVD dello spettacolo, è un vero e proprio regalo che ci fa la Garzanti: ci consente di riscoprire uno spettacolo che non è stato solo il primo vero successo di un artista (cui ne sono seguiti diversi altri), ma è anche e soprattutto il manifesto di un genere tutto personale che ha rivoluzionato il modo di intendere e fare la comicità in Italia.

Link: il sito di Garzanti Libri – www.garzantilibri.it