Di: Redazione

Venerdì 21 Agosto 2009, ore 21:30, al Museo Madre (via L. Settembrini n. 79, Info: 081/19313016, www.scatolasonora.org), “SCATOLA SONORA – MUSICISTI ASSOCIATI” presenta, per “Un’Estate al Madre”, “Enrico Fagnoni & Marina Bruno” in “We’ve got Rhythm” un sensazionale percorso musicale tra i capolavori dei musical e la raffinatezza delle colonne sonore. Ingresso 10,00 Euro.

ENRICO FAGNONI & MARINA BRUNO

In

WE’VE GOT RHYTHM

Anche quest’anno per il consueto appuntamento “Un’ Estate al Madre”, dal 2 Luglio al 6 Settembre, 57 serate di musica, arte, danza, cinema, teatro, performance e mostre, all´interno degli spazi creativi del museo Madre di Napoli illumineranno le serate della movida partenopea. L’appuntamento per il 21 Agosto è una nuova produzione musicale “WE’VE GOT RHYTHM” interpretato Enrico Fagnoni, uno dei pianisti italiani più talentuosi e poliedrici, e Marina Bruno, una voce campana che spazia tra i generi musicali più diversi con grande bravura e disinvolta “semplicità”; i due musicisti esploreranno i capolavori del musical da Bernstein a Webber, accosteranno Gershwin alla più raffinata produzione di Poulenc, ed il ragtime di Joplin alla musica di Morricone. Una selezione di successi internazionali piena sia di energia e incanto, che di emozioni e sospensioni riflessive.

Il concerto, risultato di un lungo periodo di prove dei i due artisti, esprime un’elaborazione musicale efficace e briosa che accosta perfettamente sia la forza espressiva del pianoforte alla delicatezza controllata della voce, che la creatività virtuosistica di Enrico Fagnoni all’intensità vocale di Marina Bruno. “We’ve got Rhytthm” offre programma musicale efficace e brioso, ma soprattutto, come suggerisce il titolo stesso, infonde, attraverso l’uso attento del linguaggio musicale, il desiderio di lasciarsi andare al ritmo delle composizioni eseguite.

Programma:

Over the rainbow (H. Arlen)

Embraceable you (G. Gershwin)

Memory (A. L. Webber)

Cabaret

Musica dal film “La leggenda del pianista sull’oceano” (E. Morricone)

Fantasia dalla “West side Story” (L.Bernstein)

Io te vurria vasà (V.Russo-Di Capua)

Maple leaf rag (S.Joplin)

Les chemins de l’amour (F.Poulenc)

All the way (F. Sinatra)

I got rhythm  (G.Gershwin)

The man i love (G.Gershwin)

Marina Bruno nasce a Castellammare di Stabia (NA) nel 1974. Studia canto con Michael Aspinall, Maria Pia De Vito e Cristina Florio. Presto entra nella compagnia di Roberto De Simone, Media Aetas, con la quale comincia una proficua e duratura collaborazione: l’esordio avviene nel 1996 nello spettacolo L’Opera dei Centosedici, rappresentato in prima assoluta al Teatro Antico di Taormina. A questo lavoro fanno seguito tanti altri, sempre da protagonista.

Dal 2003 al 2005 è stata la voce solista del “Neapolis Ensemble”, gruppo con il quale ha tenuto oltre 60 concerti in tutto il mondo. Nel novembre del 2004 ha pubblicato il suo primo cd da solista “Villanelle,tarantelle e canzoni”. Nel febbraio del 2007 è stata solista del concerto “A sud di Mozart” al teatro Mediterraneo di Napoli con “I solisti di Napoli” su elaborazioni di Antonello Paliotti. Nel 2007 ha partecipato come cantante solista anche al Leuciana Festival e al festival di Ravello. Nel 2008 al fianco di Lello Giulivo è stata la voce solista dello spettacolo “Incanti del Mediterraneo”, al Conservatorio “D.Cimarosa” di Avellino, e dello spettacolo “Napoli: milleanime” al Teatro Carlo Gesualdo.

Nel 2008 ha intrapreso un nuovo viaggio musicale che la vede solista del “Marina Bruno ensemble”, gruppo che interpreta il repertorio della musica popolare accostandolo a brani inediti e della tradizione classica partenopea. L’ensemble ha esordito ad Algeri al IX Festival della Cultura europea, per proseguire con un memorabile concerto nello Storico Giardino di Villa Garzoni a Collodi e poi a Napoli, nella rassegna “Un’estate al Madre” dell’anno scorso.

Recentemente, ha interpretato come solista “Lo ‘ngaudio”, versione in lingua garganica de “Le nozze” di Stravinski a cura di Roberto De Simone. E’ in corso di realizzazione il suo secondo cd, che sarà presentato nel 2009.

Enrico Fagnoni inizia la sua carriera a quattro anni in eurovisione con Enrico Simonetti. Studia pianoforte con il M° Vincenzo Vitale e all’età di dieci anni si esibisce con l’orchestra Scarlatti della Rai e al San Carlo di Napoli suscitando l’attenzione di Nino Rota. Nello stesso periodo tiene numerosi concerti in Germania, Belgio, Austria e negli USA, dove si fa apprezzare dal celebre clarinettista Benny Goodman che, in seguito, lo inviterà ad esibirsi al suo fianco. Segue un’intensa attività concertistica in tutta Europa.

Si diploma con il massimo dei voti e la lode, e contemporaneamente studia composizione e direzione d’orchestra diplomandosi a Monaco di Baviera. Nel 1995 tiene una tournèe in varie città europee proponendo composizioni di A. Piazzolla, C. Porter, G. Gershwin e “Canzoni Napoletane”. Nel 1996 crea un sodalizio con “The Lyric Philharmonic” e la “New Pop Orchestra”; dal 1998 collabora con “I solisti del Teatro San Carlo” e “The String Quintet”. L’ampio repertorio e la sua straordinaria versatilità gli consentono di prendere parte a molteplici attività musicali. Ricordiamo i venti studi di virtuosismo per pianoforte; le musiche di scena per il corpo di ballo del Teatro di San Carlo e per i Teatri di Marsiglia, Monaco e Barcellona; le rielaborazioni di pagine di Bach, Chopin e Rodrigo per la televisione svizzera; la collaborazione con l’attore Giancarlo Giannini. Ha inciso per la BBC, Fonit-Cetra, BDS Sound, e Radio France. E’ stato protagonista di numerosi concerti e masterclasses in Francia, Svizzera, Argentina, California e Florida, ed insignito dei premi: “Penisola Sorrentina”, “Virtuoso pianist” e “Golden pianist”.

Link: il sito del Museo Madre di Napoli – www.museomadre.it