Di: Redazione

Sarà Diego De Silva con il suo ultimo “Mia suocera beve (Einaudi)” ad aprire giovedì 7 ottobre 2010 alle ore 18.30 la seconda edizione della rassegna letteraria “Libri,con-tatto” organizzata a Castellammare presso il Cinema Montil – Via Bonito, 10 – dall’associazione “Idea Città” del presidente Gianpaolo Valitutti e curata dal giornalista Vincenzo Aiello. L’autore napoletano dopo tre settimane di permanenza in libreria è alla seconda edizione del suo secondo romanzo sull’avvocato-filosofo Vincenzo Malinconico ed è balzato al sesto posto della classifica della narrativa italiana (decimo nella generale). La rassegna che si svilupperà in 10 appuntamenti fino a tutto il prossimo dicembre presenterà autori del calibro di Antonella Cilento, Maurizio Braucci, Maurizio De Giovanni, Peppe Lanzetta, Agnese Palumbo, E. B. Cirillo, Mario Gelardi, Cristina Zagaria, Tonino Scala, è vicina alla vertenza degli operai della Fincantieri stabiese ed è dedicata quest’anno alla memoria della giovane cronista di Repubblica Lucilla Fuiano, recentemente scomparsa. “I libri come mezzo privilegiato ed un po’ magico, di interrelazione tra persone – ci dice Aiello – , al di là dei vuoti contatti internauti che possono generare solo autismi antisociali, sono stati alla base della prima edizione di “Libri, con-tatto” , che si è svolta da novembre 2009 a fine gennaio 2010. Senza dimenticare questo assunto che è corollario essenziale della rassegna, la nuova edizione che andiamo a celebrare, che si svolgerà tra ottobre e dicembre del 2010, ha voluto porre come motto il rapporto intimo che c’è tra democrazia e lettura. Bisogna sempre immaginarsi un altrove e pensare di fare cose per evitare la noia esistenziale ma anche quella dell’impegno politico. IdeaCittàl’associazione che promuove questa rassegna crede in questo metodo che fonde immaginazione, politica e cittadinanza attiva che possa generare nuovi orizzonti per costruire la Città del domani”. Spazio anche alle Scuole stabiesi con il contributo della docente del “Plinio Seniore” Anna Passero. Nell’ambito della rassegna sarà anche allestita una mostra storico-fotografica sugli antichi cantieri stabiesi ad opera dello storico locale Antonio Ferrara.