Di: Sergio Palumbo

Spesso si sente parlare di “strategia”, spesso a sproposito o senza grande cognizione di causa, ma è senz’altro qualcosa con cui chi intraprende un nuovo progetto o si affaccia ad un nuovo business non può non fare i conti. Antonello Bove dedica questo libro alla pianificazione strategica, intesa come un processo che investe l’intero iter progettuale: “cosa fare, perché fare, come fare, fare”. L’autore sottolinea come l’assenza di un processo di pianificazione strategica sia un errore molto comune quanto dannoso per la buona riuscita di un progetto: l’esecuzione senza un’attenta pianificazione è quasi sempre sinonimo di fallimento. 

L’autore offre una trattazione sistematica del processo di strategic planning, suddividendo il volume in tre parti. Nella prima parte viene enucleato il concetto di strategia, analizzando il significato della parola e analizzando le componenti principali del processo strategico: visione, missione, definizione, pianificazione strategica e tattica di azione. Il capitolo sui tipi di strategia offre una trattazione molto concreta, con esempi molto interessanti di strategie incentrate al basso costo, sul servizio verso il cliente e sulla qualità del prodotto. 

Per quanto concerne la definizione e l’analisi strategica, l’autore propone l’analisi SWOT, cui è dedicato anche un buon esempio concreto relativo ad una nuova iniziativa industriale nel settore dell’energia rinnovabile.

Bove, poi, presenta una metodologia molto interessante per la stesura del business plan, il documento strategico che è il cuore dell’attività di pianificazione. La metodologia proposta, denominata “dei 7 step”, aiuta a creare un business plan vincente ed è composta dai seguenti passi: executive summary, descrizione dell’azienda, prodotto o servizio, analisi del mercato – piano di marketing, milestones e competitività, management e organizzazione, parte finanziaria. Per ciascuno step vengono illustrati nel dettaglio le modalità di analisi, le variabili ed i rischi da prendere in considerazione, come affrontarne la scrittura e le domande chiave a cui lo specifico capitolo dovrebbe rispondere.

La terza parte dell’opera è dedicata all’esecuzione, ossia al passaggio da piano ad azione, con la definizione del cronoprogramma delle attività ed il relativo monitoraggio di tempi e costi. Davvero prezioso il quindicesimo capitolo: riporta delle considerazioni strategiche molto utili da tener presenti quando si sviluppano piani di business relativi diversi settori: internet, industria, commercio al dettaglio, servizi ed organizzazioni no-profit. L’ultimo capitolo, invece, è dedicato all’analisi di casi concreti come Starbucks, Luxottica, Amazon e Google.

La pianificazione strategica è senz’altro un argomento cruciale e complesso, ma Antonello Bove è in grado di illustrare con grande semplicità ottimi spunti metodologici ed esempi concreti di applicazione, rendendo molto efficace la trattazione.

Questo libro è l’ideale completamento del precedente lavoro di Antonello Bove, dedicato al project management (“Project Management: la metodologia dei 12 step”): insieme offrono una visione praticamente globale delle attività di pianificazione e management.

Link: il sito di Hoepli Editore – www.hoepli.it

Link: il sito dedicato al libro – www.pianificazionestrategica.com