Di: Alessandra Staiano

Quella delle comunicazioni elettroniche è una delle branche del diritto più dinamiche. Le continue evoluzioni del mercato e delle tecnologie e le relativamente recenti liberalizzazioni di settori ritenuti, fino a circa vent’anni fa, dei monopoli naturali, hanno comportato, negli anni, profonde mutazioni, delle normative comunitarie e nazionali. In un panorama in continuo fermento, le direttive 2009/136/CE, 2009/140/CE ed il regolamento CE 1211/2009 hanno segnato il riassetto della disciplina comunitaria sulle comunicazioni elettroniche e questo volume a cura di Fabio Bassan illustra, in tredici capitoli, le novità introdotte dalla riforma comunitaria.

I primi due capitoli, firmati da Bassan, offrono una panoramica generale sulla terza riforma, inquadrandola nel contesto storico dell’evoluzione delle reti e dei servizi di comunicazione elettronica e delineandone i profili generali. Si entra quindi nel vivo, con la disciplina del regime autorizzatorio e dell’installazione delle reti, mentre il capitolo 5, a cura degli avvocati Filippo Lattanzi e Francesco Cantella, è dedicato alle prospettive evolutive del servizio universale. Un altro tema classico della disciplina comunitaria, ossia l’accesso alla rete, è trattato dall’avvocato Rino Caiazzo, mentre le spinose questioni relative ai mercati rilevanti dei prodotti e dei servizi, contestualizzati nell’ambito dell’evoluzione delle normative comunitarie, sono oggetto del settimo capitolo, che non perde di vista l’evoluzione tecnologica ed i mercati emergenti, come ad esempio i servizi  IPTV o la costruzione delle nuove reti fisse in fibra ottica (la cosiddetta rete di prossima generazione, NGN). Giandonato Caggiano, professore associato di Diritto dell’Unione Europea dell’Università Roma Tre, illustra la riforma del regime delle radiofrequenze nel quadro delle comunicazioni europee, oggetto di grande attenzione finalizzata al conseguimento di una maggiore armonizzazione e sotto i riflettori sia europei che mondiali per le decisioni intraprese o da intraprendere per l’allocazione del dividendo digitale ottenuto con il passaggio al digitale terrestre. L’avvocato Silvia Venturini offre, nel capitolo 9, una trattazione particolarmente efficace sul sempre più attuale tema della tutela della privacy nelle comunicazioni elettroniche, mentre i successivi due capitoli sono dedicati alla risoluzione delle controversie, sia tra operatori, sia tra operatori e utenti finali. Il capitolo 12 è dedicato alla nuova disciplina comunitaria degli istituti di pagamento ed in particolare alla direttiva 2007/64/CE ed agli aspetti fiscali dei servizi di pagamento offerti dagli operatori telefonici. L’ultimo capitolo, firmato da Sandro Frova, professore ordinario di Finanza Aziendale all’Università Bocconi, offre una carrellata di dati molto interessanti sulle dinamiche di mercato delle comunicazioni elettroniche in Italia, con interessanti prospettive future sulla regolazione e lo sviluppo delle telecomunicazioni italiane. Completa il volume una nutrita appendice normativa, con i testi consolidati delle norme comunitarie derivanti dalla recente riforma.

In un settore dalla regolamentazione così dinamica come quello delle comunicazioni elettroniche è fondamentale, per dar vita ad un buon prodotto editoriale, riuscire ad offrire una trattazione in grado di tenere il passo con l’evoluzione normativa e con i continui progressi delle tecnologie e dei servizi: il libro curato da Fabio Bassan centra perfettamente questo obiettivo, con l’aggiuntivo pregio di offrire una visione omogenea, pur partendo da contributi di professionisti ed esperti del settore dalle (altissime) variegate competenze. Un libro imprescindibile per tutti i professionisti del settore.

Link: il sito di Giuffrè Editore – http://www.giuffre.it