“Crescendo”

Concerti per le scuole

della

Nuova Orchestra Scarlatti

28 e 29 febbraio e 6 marzo 2012 ore 10.30

Teatro Mediterraneo – Napoli

La Nuova Orchestra Scarlatti torna a incontrare gli alunni delle scuole primarie e secondarie della Campania, alcuni dei quali saliranno sul podio per dirigere i musicisti in un’esecuzione a metà tra il gioco e la didattica. Martedì 28 (ore 10.30, Teatro Mediterraneo di Napoli)  parteciperanno i ragazzi della scuola Sogliano e l’Istituto Sacro Cuore di Napoli, la Pietro Gobetti di Quarto, la Beato Romano (Torre del Greco), l’Istituto Eibsen (Casamicciola Terme) e la Vincenzo Mennella (Lacco Ameno).

Più che un concerto si è tratta di un vero e proprio happening musicale in cui i ragazzi, come già è avvenuto per non meno di 80mila giovani e giovanissimi negli ultimi dieci anni, partecipano attivamente all’esecuzione di brani, classici e non, per chiudere – in “crescendo” – insieme ai musicisti della Nuova Scarlatti, con un corale Inno alla Gioia di Beethoven. Una formula viva, che si rinnova e si arricchisce ad ogni nuovo incontro, trovando il consenso di generazioni sempre nuove.

Il segreto prova a spiegarlo il Maestro Gaetano Russo, fondatore e direttore artistico della Nuova Orchestra Scarlatti: “Per catturare l’attenzione dei ragazzi bisogna coinvolgerli nell’esecuzione dei brani manipolando il materiale musicale, scomponendolo, giocando con esso e con il silenzio come base fondamentale di ogni evento sonoro”. Poi il Maestro Russo ricorda le tante occasioni in cui ha partecipato da clarinettista a concerti “istituzionali”, formalmente dedicati ai giovani, ma che in realtà non avevano nulla di realmente pensato per loro. “Tanti appuntamenti che, più che incontri con la musica, mi sembravano altrettante occasioni mancate, per chi suonava e, soprattutto, per i giovani chiamati ad ascoltare” spiega Russo che, da questo senso di insufficienza e di delusione, ha maturato la voglia di sperimentare  insieme ai musicisti della Nuova Scarlatti un’esperienza tutta nuova, costruita sul coinvolgimento diretto dell’attenzione dei ragazzi, che si modella di volta in volta sulle loro reazioni e le loro risposte, sulle loro esigenze e curiosità.

Si replica mercoledì 29 febbraio (ore 10,30) con gli alunni della Ludovica da Casoria (Casoria), dell’Istituto Don Milani (Caivano), del secondo circolo didattico Tiberio (Arzano), del 73° circolo Madonna Assunta di Bagnoli, dell’Istituto Fiorelli di Napoli, del settimo circolo Don Milani (Torre del Greco) e della media D’Azeglio (Marano di Napoli). Mentre martedì 6 marzo (ore 10,30) tocca alla laNino Cortese (Casoria), il Sacro Cuore di Napoli, la San Giovanni Bosco (Somma vesuviana), la Ludovico da Casoria (Casoria), la Belvedere di Napoli, la Nicola Ventriglia (Piedimonte Matese), il sesto circolo didattico di Salerno, la media De Filippo (San Nicola La Strada) e la Elia Aliberti Laus Domini  (Marigliano).