Di: Sergio Palumbo

Giunge alla quinta edizione quella che è definita, dalla maggior parte dei docenti, studenti e professionisti del settore, la “Bibbia” delle reti di calcolatori, per la firma di uno dei più importanti autori dell’editoria informatica, Andrew S. Tanenbaum, con la collaborazione del coautore David J. Wetherall.

L’approccio seguito nella trattazione è quello tradizionale, passando in rassegna i vari livelli del protocollo ISO-OSI, con dettagli progettuali ed implementativi ed esempi applicativi. In più, sono trattati anche argomenti che, seppur meno tecnici, sono imprescindibili per gli esperti del settore, che non potranno non tenere in conto degli aspetti economici, commerciali e sociali delle tecnologie illustrate nel volume.

Dopo un’interessante introduzione al mondo delle reti di calcolatori, il secondo capitolo è dedicato al livello fisico, dove sono passati in rassegna i mezzi trasmissivi, sia wired che wireless e sono dedicati tre paragrafi alla rete telefonica pubblica commutata, al sistema telefonico mobile ed alla televisione via cavo.
Seguendo verso l’alto la pila ISO-OSI, i capitoli successivi sono dedicati al livello data link ed al sottolivello MAC, dove, oltre ai protocolli ad accesso multiplo, sono illustrate le reti Ethernet, le wireless LAN, le reti wireless a banda larga e la commutazione a livello data link (switching, bridging, routing, etc.), nonché protocolli per le reti ad-hoc (Bluetooth) e gli RFID.

Il livello rete trova ampia trattazione nel quinto capitolo, dove sono dettagliati gli algoritmi di routing e per il controllo della congestione, aspetti di qualità del servizio e di internetworking. Un paragrafo a sé stante è dedicato al protocollo IP, così come nel successivo capitolo, relativo al livello di trasporto, sono trattati in appositi paragrafi i protocolli UDP e TCP.

Saltando i livelli sessione e presentazione, presenti nella pila ISO-OSI teorica, ma quasi sempre assenti nelle pile protocollari implementate nella realtà, il settimo capitolo è dedicato al livello applicazione, dove sono trattati il DNS, la posta elettronica, il World Wide Web, lo streaming audio e video e la distribuzione dei contenuti, con paragrafi molto interessanti sui proxy, sulle Content Delivery Network (CDN) e sulle reti peer-to-peer.

Infine, l’ultimo capitolo è dedicato ad uno degli aspetti più importanti delle reti dei calcolatori: la sicurezza. In merito, sono trattati non solo gli aspetti tecnici relativi a crittografia ed autenticazione, ma anche aspetti sociali, come la privacy, la libertà di parola ed il copyright.

Una delle caratteristiche peculiari del libro è quella di condire una trattazione rigorosa e sistematica della materia oggetto del libro con aneddoti tratti dalle realtà del mercato o da geniali considerazioni dell’autore, che rendono frizzante e piacevole la lettura e consentono di fissare meglio i concetti esposti. Un esempio lampante è costituito dalla frase che ha reso celebre questo libro tra i professionisti del settore: “Mai sottovalutare l’ampiezza di banda di una station wagon piena di nastri lanciata a tutta velocità lungo l’autostrada”. L’altra importantissima caratteristica, che rende questo libro adatto sia al mondo accademico che a quello professionale, è l’analisi di aspetti sociali e di mercato oltre a quelli di natura prettamente tecnica, consentendo al lettore una precisa contestualizzazione degli argomenti trattati.

Link: il sito di Pearson Italia – http://hpe.pearson.it/


Il nostro voto: 5
/ 5