Primavera musicale 2012

                  della Nuova Orchestra Scarlatti

sabato 28 aprile – ore 18.30 

 MUSEO DIOCESANO DI NAPOLI

Largo Donnaregina

SACRI AFFETTI

 Capolavori a confronto

La commossa ‘Missa brevis Sancti Johannis de Deo’ di Haydn

e il trascinante ‘Gloria’ di Vivaldi 

 Musiche di F. X. Richter, F J. Haydn, A. Vivaldi

soprano Cristina Grifone    mezzosoprano Lucia Branda

organista  Giuseppe Ganzerli  

Ensemble Vocale AXIA

NUOVA ORCHESTRA SCARLATTI

direttore Luigi Grima   

 Il nuovo appuntamento della Primavera musicale 2012 della Nuova Orchestra Scarlatti, Sacri affetti, sabato 28 aprile, ore 18.30, presso il  Museo Diocesano di Napoli (Largo Donnaregina), propone l’invenzione di due grandi musicisti, Franz Joseph Haydn e Antonio Vivaldi, alle prese con il sacro.

Haydn nella Missa brevis Sancti Johannis de Deo, composta nel 1775, esprime il meglio della sua spiritualità – semplice, diretta, cordiale – che si espande fervida in tutta la partitura, dalla prima carezza vocale del Kyrie al dialogo amabile ed elegante che l’organo intreccia con il soprano nel Benedictus, fino all’eco tenerissima tra voci femminili e maschili sul “pacem” conclusivo dell’Agnus Dei.

Nella seconda parte del programma troveremo il Gloria in re maggiore di Antonio Vivaldi (1715 ca.), senz’altro uno dei più celebri e amati capolavori della musica sacra di tutti i tempi. Il suo perenne fascino sta nelle straordinarie doti di comunicatore del “prete rosso” che articola la sua invenzione musicale, sempre essenziale e incisiva, in una sapiente alternanza di ‘allegri e ‘adagi’, ‘tutti’ e ‘soli’,  brillanti tonalità maggiori e intime tonalità minori, in modo da tenere sempre desti l’interesse e il piacere dell’ascolto.  Così dall’indimenticabile stacco trascinante e marziale del Gloria in excelsis Deo iniziale, in un luminoso re maggiore, si passerà alla suggestiva distensione vocale dell’Et in terra pax; poi dal clima brillante, quasi operistico, del vivace intreccio fra due voci soliste nel Laudamus te si andrà all’intima severità del Gratias agimus tibi, e così via fino alla ripresa degli effervescenti accenti iniziali nel Quoniam, il cui slancio si propagherà anche alla perorazione finale del Cum Sancto Spiritu.  

Completano il programma due pagine strumentali: la Sinfonia da camera del musicista moravo František Xaver Richter, una pagina del 1740 circa, con la sua verve annunzia quello stile ‘Mannheimer’ –  sintesi di colore boemo, solidità tedesca, cantabilità italiana – che è il precursore della stagione classica, (poi inaugurata da Haydn); la Sinfonia in do maggiore per archi è invece un bel concentrato dei più vivaci spiriti teatrali di Vivaldi.

Partecipa all’esecuzione, accanto alla Nuova Orchestra Scarlatti, l’Ensemble Vocale Axia, con l’intervento solistico del soprano Cristina Grifone e del mezzosoprano Lucia Branda. Dirige Luigi Grima.

I biglietti, del costo di Euro 14.00, sono acquistabili presso le abituali prevendite e il giorno del concerto presso il botteghino del Museo Diocesano a partire dalle ore 17.00.

I biglietti si possono acquistare anche on line: www.azzurroservice.net

Info: 081.410175   info@nuovaorchestrascarlatti.it

In occasione del concerto è possibile la visita guidata del Museo Diocesano (sponsorizzata dal Banco di Napoli), prenotando al numero 081.5571365 o su  info@museodiocesanonapoli.it

I successivi appuntamenti della Nuova Scarlatti al Museo Diocesano  sono: 5 e 6 maggio Per fiati; 12 e 13 maggio, Fandango; 19 e 20 maggio, Colori boemi; 26 e 27 maggio, Musica insieme

Per saperne di più si può consultare il sito www.nuovaorchestrascarlatti.it  

Nuova Orchestra Scarlatti   tel/fax 081.410175