Primavera musicale 2012

della Nuova Orchestra Scarlatti

sabato 5 maggio – ore 18.30

replica: domenica 6 maggio – ore 11.00

MUSEO DIOCESANO DI NAPOLI

Largo Donnaregina

Per fiati

Tradizione e leggenda nel colore dei fiati

Musiche di Dvořák, Milhaud, Farkas

F. Farkas Antiche danze ungheresi P. Jeanjean Studio per clarinetto solo

D. Milhaud ‘La cheminée du Roi René’ A. Dvořák Serenata in re minore op. 44

NUOVA ORCHESTRA SCARLATTI

clarinetto solista direttore Gaetano Russo

Per il quinto appuntamento della sua Primavera musicale 2012 al Museo Diocesano di Napoli (Largo Donnaregina), sabato 5 maggio alle ore 18.30, con replica domenica 6 maggio alle ore 11.00, la Nuova Orchestra Scarlatti propone una passeggiata musicale che vede protagonisti i fiati e i loro vari colori, in compagnia di alcuni musicisti che tra ‘800 e ‘900 hanno rivitalizzato le forme della musica colta incrociandola in vario modo con l’antico e con il popolare. Così A. Dvořák (1841-1904), lo ‘Schubert boemo’, che nella sua Serenata op. 44 per fiati, violoncello e contrabbasso riversa in una limpida forma classica la sua fluente vena arricchita dagli accenti folclorici della sua musicalissima patria. La cheminée du Roi René è un piccolo capolavoro cameristico di D. Milhaud (1892-1974), uno dei più sorridenti e prolifici spiriti musicali del XX secolo. La sua invenzione ci trasporta nel XV secolo, alla corte provenzale di Renato d’Angiò, intorno al suo leggendario ‘caminetto’ (‘la cheminée’) che altro non sarebbe, secondo la tradizione, che il caldo sole del Midi francese. Ecco allora le varie miniature sonore che compongono La cheminée: l’evocativo Cortège, la dolce Aubade, lo scherzoso Jongleurs, il profilo di una sognante sarabanda ne La maousinglade; Joutes sur l’Arc nell’evocare un torneo cavalleresco ricama ornamentazioni di gusto rinascimentale, poi, dopo l’animata Chasse à Valabre, tutto si concluderà sul far della sera con il cullante, suadente Madrigal. Ferenc Farkas (1905-2000) nelle sue vigorose e vivaci Antiche danze ungheresi mescola allegramente arcaiche cadenze magiare e accenti stravinskiani.

Partecipa al concerto il clarinettista Gaetano Russo nella duplice veste di solista – in uno Studio del francese P. Jeanjean (1874-1928) – e direttore.

I biglietti si possono acquistare anche on line: www.azzurroservice.net

Info: 081.410175 info@nuovaorchestrascarlatti.it

In occasione del concerto è possibile la visita guidata del Museo Diocesano (sponsorizzata dal Banco di Napoli), prenotando al numero 081.5571365 o su info@museodiocesanonapoli.it

I successivi appuntamenti della Nuova Scarlatti al Museo Diocesano sono:

12 e 13 maggio, Fandango; 19 e 20 maggio, Colori boemi; 26 e 27 maggio, Musica insieme

Per saperne di più si può telefonare al numero 081.410175 o consultare il sito www.nuovaorchestrascarlatti.it