UN’ALTRA GALASSIA 2016

10 | 11 | 12 giugno

sesta edizione

niccolò ammaniti  | roberto bolaño | rossana campo

maurizio de giovanni | diego de silva | cristina donadio

nadia fusini | catherine lacey | nicola lagioia | rosa matteucci

elisabetta rasy | francesco recami | patrizia rinaldi

william shakespeare | ferdinando tricarico

ingresso libero

Quando letteratura e cittadinanza si incontrano, Un’Altra Galassia è possibile.

Un’Altra Galassia invade il centro storico di Napoli. Venerdì 10, sabato 11 e domenica 12 giugno ritorna la festa del libro nata dall’omonima associazione formata da Rossella Milone, Valeria Parrella, Pier Luigi Razzano e Massimiliano Virgilio.

La sesta edizione della manifestazione, che promuove l’incontro tra scrittori e cittadini per discutere insieme di libri e letteratura, si svolgerà in due location di grande suggestione storica e archeologica: l’Archivio Storico del Banco di Napoli sito in via Tribunali e il Monastero delle Trentatré in via Armanni, incrocio con via Anticaglia, altezza Ospedale Incurabili.

Gli appuntamenti, tutti a ingresso libero, vedranno avvicendarsi Diego De Silva che racconterà l’Archivio Storico del Banco di Napoli; Catherine Lacey che dialogherà del suo romanzo d’esordio “Nessuno scompare davvero” con Massimiliano Virgilio e Francesco Raiola; Niccolò Ammaniti che sarà intervistato dagli studenti della scuola di scrittura di “Un’Altra Galassia”; Maurizio de Giovanni che discuterà con Francesco Recami.

Dal reading di Rossana Campo si passerà alla seduta spiritica di Nadia Fusini che celebrerà Shakespeare e a quella di Nicola Lagioia che rievocherà Roberto Bolaño. Il pubblico incontrerà Elisabetta Rasy che dialogherà con Patrizia Rinaldi, Rosa Matteucci che si racconterà alternandosi alle letture di Cristina Donadio, mentre Ferdinando Tricarico curerà il reading di poesia.

Lasciare entrare la città e i suoi lettori nell’officina dello scrittore attraverso la sua opera omnia, spersonalizzare la letteratura e adempiere alla sua funzione primaria di relazione. Questo il fulcro degli appuntamenti di “Un’Altra Galassia” che mira a colmare la lacuna lasciata dal 2009 dalla fiera del libro “Galassia Gutenberg” e a far uscire la parola scritta dalle librerie e biblioteche riportandola tra la gente.

Gli ideatori e organizzatori, tutti dediti alla manifestazione in modo totalmente gratuito, intendono stringere, ogni anno di più, il patto con i lettori e i cittadini radicando “Un’Altra Galassia” nei luoghi del centro storico, quelle viscere che ispirano scrittori e artisti di fama nazionale e internazionale. Un atto di gratitudine, dunque, nei confronti di una Napoli che tanto regala in termini di identità e creatività.

“Un’Altra Galassia” che, nelle precedenti edizioni ha visto tra gli ospiti Raffaele La Capria, Walter Siti, Domenico Starnone, Sebastiano Vassalli, Giuseppe Montesano, Francesco Piccolo, Niccolò Ammaniti, Piergiorgio Odifreddi, Ascanio Celestini, Stefano Bartezzaghi, Patrizia Cavalli, Sebastiano Vassalli e Francesco Piccolo, è realizzata grazie alla Fondazione di Comunità del Centro Storico di Napoli e Fondazione Banco di Napoli, con il sostegno e il patrocinio del Comune di Napoli – Assessorato alla cultura, con il patrocinio della IV Municipalità del Comune di Napoli e del Consolato Generale degli Stati Uniti d’America.

I luoghi:

Archivio Storico del Banco di Napoli: sito nel cinquecentesco palazzo Ricca, in via dei Tribunali, e nell’attiguo palazzo Cuomo, rappresenta la più imponente raccolta archivistica di documentazione bancaria esistente al mondo. In circa trecentotrenta stanze sono raccolti e catalogati documenti bancari che vanno dalla metà del 1500 ad oggi.

Monastero Clarisse Cappuccine, dette Le Trentatrè: si erge nei pressi della collinetta di Caponapoli, ovvero il luogo dell’Acropoli della Napoli greco-romana. Fondato nel 1585, è l’ultima testimonianza di quella cittadella religiosa che occupò il centro antico nel corso del Seicento. Il complesso delle Trentatrè, così detto per il numero massimo di monache che poteva ospitare, è attualmente abitato da una comunità composta da 13 suore clarisse cappuccine che oggi, come 400 anni fa, comunicano con l’esterno grazie a una ruota che risale al tempo della sua costruzione, su iniziativa della nobildonna catalana Maria Longo.

Si ringraziano, inoltre, i partner di Un’Altra Galassia 2016:

Mustilli, La Stanza del Gusto, La cantina di via Sapienza, Associazione Atrio delle Trentatré, Soluzioni Grafiche, Hotel Palazzo Caracciolo, La Feltrinelli, B&B Neapolis.

PROGRAMMA

Venerdì 10 giugno | Fondazione Banco Napoli, Palazzo Ricca (via Tribunali 213)

ore 18.30 Diego De Silva

reading di un racconto inedito

ore 19.30 Catherine Lacey

dialogo con  Francesco Raiola e Massimiliano Virgilio

ore 20.30 Niccolò Ammaniti

intervista a cura degli studenti della scuola di scrittura “Un’Altra Galassia”

Sabato 11 giugno | Monastero Clarisse Cappuccine, dette Le Trentatrè (via Armanni)

ore 18 Francesco Recami

dialogo con Maurizio de Giovanni

ore 19.30 Rossana Campo

reading

ore 21.30 Nadia Fusini e William Shakespeare

evocazione d’autore

Domenica 12 giugno | Monastero Clarisse Cappuccine, dette Le Trentatrè (via Armanni)

ore 18 Elisabetta Rasy

dialogo con Patrizia Rinaldi

ore 19 Rosa Matteucci e Cristina Donadio

letture e narrazione dell’autrice

ore 20 Ferdinando Tricarico

reading di poesia

ore 21.30  Nicola Lagioia e Roberto Bolaño

evocazione d’autore

Brevi cenni biografici dei partecipanti all’edizione 2016

Niccolò Ammaniti è nato a Roma nel 1966. Il suo primo romanzo, “Branchie”, è uscito nel 1994 per la casa editrice Ediesse, ed è stato poi ripubblicato nel 1997 per Einaudi Stile Libero. Con il romanzo “Io non ho paura”, uscito per Einaudi Stile Libero nel 2001, ha vinto il Premio Viareggio. Nel 2006 ha pubblicato per Mondadori il romanzo “Come Dio comanda”, vincitore del Premio Strega. Nel 2009 ha pubblicato il romanzo “Che la festa cominci”, nel 2010 “Io e te”, nel 2012 la raccolta di racconti “Il momento è delicato”, nel 2015 “Anna”, tutti per Einaudi Stile Libero.

Roberto Bolaño è nato a Santiago del Cile nel 1953. È stato uno scrittore, poeta, saggista. A quindici anni, nel 1968, si trasferì a Città del Messico, simpatizzò col Movimento della sinistra rivoluzionaria e scriveva poesie. Nel 1973 un breve ritorno in patria lo fece piombare in quell’11 settembre, tra la sanguinosa caduta di Allende e l’ascesa di Pinochet. Si trasferì in Spagna, a Barcellona. Esordì a quarant’anni nella prosa e in dieci anni, dal 1993 al 2003, scrisse dieci libri, tra cui “I detective selvaggi”, “Chiamate Telefoniche”, “Notturno cileno”, “La letteratura nazista in America”, “Stella distante”. Diventò in fretta uno degli scrittori in lingua spagnola più letti e influenti, riconosciuto come maestro indiscusso anche dagli scrittori coetanei. Di colpo, a cinquant’anni, morì.

Rossana Campo è nata a Genova nel 1963. Scrittrice e pittrice. Famiglia di origine napoletana, vive tra Roma e Parigi. Dopo il debutto nel 1992 con “In principio erano le mutande” per Feltrinelli, ha pubblicato “Mentre la mia bella dorme” (1999), “Sono pazza di te” (2001), “L’uomo che non ho sposato” (2003), “Duro come l’amore” (2005), “Più forte di me” (2007), “Lezioni di arabo” (2010), tutto con Feltrinelli. E ancora: “Felice per quello che sei. Confessioni di una buddista emotiva” (Giulio Perrone Editore, 2012) e “Dove troverete un altro padre come il mio” (Ponte alle Grazie, 2013). È tradotta in diversi paesi.

Maurizio de Giovanni è nato nel 1958 a Napoli, dove vive e lavora. Ha pubblicato presso Einaudi Stile Libero la saga del commissario Ricciardi che comprende “Il senso del dolore”, “La condanna del sangue”, “Il posto di ognuno”, “Il giorno dei morti”, “Per mano mia”, “Vipera” (Premio Viareggio, Premio Camaiore), “In fondo al tuo cuore” e “Anime di vetro”. Nel 2012 ha pubblicato per Mondadori “Il metodo del Coccodrillo” (Premio Scerbanenco), dove fa la sua comparsa l’ispettore Lojacono, ora fra i protagonisti della serie dei “Bastardi di Pizzofalcone, ambientata nella Napoli contemporanea e pubblicata da Einaudi Stile Libero (nel 2013 è uscito il secondo romanzo della serie, “Buio”, nel 2014 il terzo, “Gelo”, e nel 2015 il quarto, “Cuccioli”). Nel 2014, sempre per Einaudi Stile Libero, de Giovanni ha pubblicato l’antologia “Giochi criminali” (con Giancarlo De Cataldo, Diego De Silva e Carlo Lucarelli). Per Einaudi è uscito nel 2016 “Il metodo del coccodrillo”. Tutti i suoi libri sono tradotti o in corso di traduzione in Francia, Germania, Inghilterra, Spagna, Russia, Danimarca e Stati Uniti.

Diego De Silva è nato a Napoli nel 1964. Presso Einaudi ha pubblicato il romanzo “Certi bambini” (2001), premio selezione Campiello. Sempre presso Einaudi sono usciti i romanzi “La donna di scorta” (2001), “Voglio guardare” (2002 e 2008), “Da un’altra carne” (2004 e 2009), “Non avevo capito niente” (2007 e 2010, Premio Napoli, finalista al premio Strega), “Mia suocera beve” (2010 e 2012), “Sono contrario alle emozioni” (2011 e 2013), “Mancarsi” (2013), il racconto “Il covo di Teresa” (2013, nella collana digitale dei Quanti) e la pièce “Casa chiusa”, pubblicata con i testi teatrali di Valeria Parrella e Antonio Pascale nel volume “Tre terzi”. Nel 2013 Einaudi ha pubblicato la trilogia “Arrangiati, Malinconico” e nel 2015 il romanzo “Terapia di coppia per amanti”. È fra gli autori di “Scena padre” (Einaudi 2013), “Giochi criminali” (Einaudi Stile Libero 2014, con Giancarlo De Cataldo, Maurizio de Giovanni e Carlo Lucarelli) e “Figuracce” (Einaudi Stile Libero, 2014). I suoi libri sono tradotti in Inghilterra, Germania, Francia, Spagna, Olanda, Portogallo e Grecia.

Nadia Fusini è nata a Orbetello il 25 agosto del 1946. È una scrittrice, critica letteraria e traduttrice italiana, ora insegna alla Scuola Normale Superiore. Ha tradotto e commentato moltissimi autori, tra cui Virginia Woolf, John Keats, Shakespeare, Samuel Beckett, Mary Shelley. Nel 1995 ha vinto il Premio Mondello per la traduzione di “Le onde” di Virginia Woolf, edito da Feltrinelli; nel 1996 ha ottenuto il Premio Achille Marazza, sezione Traduzione, per “Aurore d’autunno” di Wallace Stevens, edito da Garzanti. Nel 2013 ha vinto il Premio Nazionale Letterario Pisa per la Saggistica con “Hannah e le altre”, edito da Einaudi; per lo stesso libro nel 2014 ha vinto il Premio della Presidenza del Consiglio dei Ministri. Dirige presso Feltrinelli la collana di traduzione shakespeariano, ereditata da Agostino Lombardo. Si è distinta nella produzione narrativa con i romanzi “La bocca più di tutto mi piaceva”, Donzelli, 1996; “Lo specchio di Elisabetta”, Mondadori, 2004; “L’amore necessario”, Mondadori 2008 e “Vivere nella tempesta”, Einaudi 2016. Le sue opere sono tradotte in Germania, Spagna, Brasile, Portogallo, Grecia.

Cristina Donadio è nata a Napoli dove vive e lavora. Divisa tra cinema e teatro, ha raggiunto la notorietà nel 1993 interpretando Carmela, nel secondo episodio di “Libera” di Pappi Corsicato. Diretta da Liliana Cavani e da Pasquale Squitieri, attrice al fianco di Sergio Castellitto, Claudia Cardinale, Fabrizio Bentivoglio, a teatro è diventata la musa di Enzo Moscato. Interpreta “Scianel”, la protagonista femminile di Gomorra 2 – La Serie su Sky.

Catherine Lacey è nata a Tupelo, nel Mississippi, nel 1985, e vive a New York. È stata scelta dalla rivista Granta come una delle migliori nuove voci del 2014 ed è stata finalista allo Young Lions Award, il premio della New York Public Library per i migliori autori under 35. “Nessuno scompare davvero”, il suo romanzo d’esordio, è stato incluso fra i migliori libri dell’anno dal New Yorker, dall’Huffington Post, da Vanity Fair e da Time Out.

Nicola Lagioia è nato a Bari nel 1973, è uno scrittore italiano. Ha esordito nel 2001 con il romanzo “Tre sistemi per sbarazzarsi di Tolstoj (senza risparmiare se stessi)” pubblicato da minimum fax (Premio Lo Straniero). Nel 2004 ha pubblicato per Einaudi il romanzo “Occidente per principianti” (Premio Scanno, finalista Premio Bergamo, finalista Premio Napoli). Nel 2005 ha pubblicato per Einaudi Stile Libero “2005 dopo Cristo”, romanzo scritto con Francesco Pacifico, Francesco Longo e Christian Raimo firmato con il nome collettivo di Babette Factory. Dirige “nichel”, la collana di letteratura italiana di minimum fax. Dal 2010 è uno dei conduttori di Pagina3, la rassegna quotidiana delle pagine culturali trasmessa da Rai Radio 3. Con il romanzo “Riportando tutto a casa” edito da Einaudi, si è aggiudicato il premio Vittorini, il premio Volponi, il Premio Viareggio 2010 per la narrativa. Nel 2015 ha vinto il Premio Strega con il libro “La ferocia”, pubblicato da Einaudi.

Rosa Matteucci è nata ad Orvieto nel 1960. Il suo romanzo d’esordio è “Lourdes” (pubblicato da Adelphi nel 1998), vincitore nel 1999 del Premio Bagutta nella sezione “Opera Prima” e del Premio Grinzane Cavour nella sezione “Giovane Autore Esordiente”. Nel 2003 ha pubblicato con Adelphi il romanzo “Libera la Karenina che è in te”, finalista al Premio Viareggio. Nel 2007 è uscito “Cuore di mamma”, ancora con Adelphi, vincitore del Premio Grinzane Cavour nella sezione “Narrativa Italiana”. Nel 2008 ha pubblicato per Rizzoli “India per signorine”, un romanzo sull’esperienza indiana della scrittrice. Nel 2010 ha pubblicato per Bompiani il nuovo romanzo “Tutta mio padre” col quale è stata finalista del Premio Strega e ha vinto il Premio Brancati. E nel 2016 ha pubblicato con Adelphi “Costellazione familiare”.

Elisabetta Rasy è nata a Roma nel 1947 dove vive e lavora. Ha collaborato con numerosi giornali e attualmente è corrispondente per il supplemento domenicale del Sole 24 Ore. Tra i suoi libri vanno citati “Ritratti di Signora” (1995), “Tra noi due” (2002) e “L’estranea” (2007), “Memorie di una lettrice notturna” (2009), tutti pubblicati da Rizzoli e “Non esistono cose lontane” (Mondadori 2014). Nel 2016 è uscito “Le regole del fuoco”, sempre per Rizzoli.

Francesco Recami è nato a Firenze nel 1956. Ha esordito come scrittore per ragazzi con i romanzi “Assassinio nel paleolitico” (Mondadori, 1996) e “Trappola nella neve” (Le Monnier, 2001). Nel 2006 ha iniziato a collaborare con la casa editrice Sellerio con cui ha pubblicato “L’errore di Platini”, “Il correttore di bozze” e “Il superstizioso” con cui è entrato nella cinquina finalista del Premio Campiello. Nel 2009 ha pubblicato “Il ragazzo che leggeva Maigret” che gli è valso il Premio Scrittore Toscano, mentre l’anno successivo è uscito “Prenditi cura di me”, entrato nella dozzina prefinalista del Premio Strega e selezionato per il Premio Castiglioncello e Premio Capalbio. Ancora: sono stati pubblicati “La casa di ringhiera” (2011), “Gli scheletri nell’armadio” (2012), “Il segreto di Angela” (2013), “Il caso Kakoiannis-Sforza” (2014), Nel 2015 è uscito “L’uomo con la valigia” e la raccolta di racconti “Piccola enciclopedia delle ossessioni”, che si è aggiudicato la vittoria al Premio Chiara. Ha inoltre pubblicato scritti e racconti per varie antologie edite da Sellerio, dal 2009 in poi.

Patrizia Rinaldi vive e lavora a Napoli. È laureata in Filosofia, specializzata in scrittura teatrale. Partecipa dal 2010 a progetti letterari presso l’Istituto Penale Minorile di Nisida. Tra le pubblicazioni vanno citate “Adesso scappa”, graphic novel, Sinnos 2014; “Rosso caldo”, Edizioni e/o 2014; “Federico il pazzo” (Premio Leggimi Forte 2015; Finalista Premio Andersen 2015), Sinnos 2014; “Blanca”, Edizioni e/o 2013; “Tre, numero imperfetto”, Edizioni e/o 2012 (tradotto negli Stati Uniti e in Germania); “Mare Giallo”, Sinnos 2012; “Rock Sentimentale”, El 2011 (tradotto in Serbia); “Piano Forte”, Sinnos, 2009 (tradotto in Ungheria). È vincitrice, inoltre, del Premio Andersen 2016.

William Shakespeare è nato a Stratford-upon-Avon nel 1564. Poeta e drammaturgo inglese, è considerato dalla critica come una delle più grandi personalità della letteratura di ogni tempo e di ogni paese. Difficile inquadrare la sua notevole produzione artistica che annovera drammi storici, commedie e tragedie, anche a causa della rilettura successiva dei suoi lavori ad opera dei letterati romantici. Tra le tragedie più celebri si ricordi “Amleto” (1599-1600), “Romeo e Giulietta” (1594-95), “Enrico IV” (1597-98) e “Macbeth”(1605-06), tra le commedie “La bisbetica domata” (1593-94), “Molto rumore per nulla” (1598-99), “Le allegre comari di Windsor” (1600-01). Da citare due opere nelle quali sogno e realtà si mescolano in maniera talmente suggestiva da essere dei veri e propri capostipiti del genere “Fantastico”: si tratta di “Sogno di una notte di mezza estate” (1595-96) e “La tempesta” (1611-12).  Difficile anche enumerare l’enorme quantità di musica che è stata tratta dai suoi testi. L’opera lirica ha letteralmente saccheggiato i drammi o le commedie scespiriane. Da citare Verdi (“Otello”, “Falstaff” “Macbeth”, ecc.), Mendelssohn (che scrisse le fantastiche musiche di scena per “Sogno di una notte di mezza estate”), Caikovskji e, nel Novecento, Prokovief, Bernstein (non dimentichiamo che “West side story” non è altro che una riproposizione di “Romeo e Gulietta”) e Britten. Inoltre, la sua straordinaria modernità è testimoniata dalle decine di film ispirati ai suoi drammi.

Ferdinando Tricarico è nato a Napoli nel 1967 dove vive e lavora. Poeta, performer e narratore. Nel 1990 ha coordinato tam tam poesia in movimento laboratorio poetico del movimento studentesco della Pantera. Nel 2001 è stato tra i fondatori del gruppo culture in movimento attivo nel versante delle azioni e scritture di ricerca. Suoi testi ed interventi critici sono presenti in numerose antologie, riviste e blog. Ha curato diverse rassegne letterarie, laboratori di poesia nelle scuole e nelle carceri e le antologie “Attraversamenti. Percorsi di fotoscritture” (di Salvo editore, 2002) e “Alter ego. Poeti al Mann” (Arte’m 2012). Ha pubblicato il grammelot “Se me lo dicevi prima” (Napoli, 2002) ed i poemetti “Courage” (di Salvo editore, 2005), “precariat 24 acca” (Oèdipus, 2010), “la famigliastra” (Manni, 2013) e i racconti “Sottopressione” (Palmi, 2001), “Una difesa perfetta” (Palmi, 2010) e “Fuoco cammina con me” (2013, Ad est dell’equatore). Presiede l’associazione “Neapolesia” ed è nel comitato scientifico della rivista di poesia, prosa e critica, “Trivio”.

Info e contatti

www.unaltragalassia.com

www.facebook.com/altragalassia

mail unaltragalassia@gmail.com

cell. 328 4754059