Di: Redazione

Se in tanti temono la Brexit per i possibili impatti sull’economia europea, qualcun altro già sta pensando di andare a fare le vacanze in Inghilterra spendendo di meno grazie alla valutazione della sterlina. Già in tanti stanno prenotando le proprie vacanze a Londra e sicuramente saranno in tanti coloro i quali questa estate avranno necessità di spostarsi nella City con i trasporti pubblici.

Per semplificare la fruizione ed il pagamento dei servizi di trasporto pubblico, nella capitale britannica è stata introdotta la Oyster Card. Si tratta di una scheda delle dimensioni di una carta di credito che costituisce una forma di biglietto elettronico per l’utilizzo dei mezzi pubblici londinesi.

E’ possibile munirsi della Oyster Card in ogni stazione della metropolitana londinese, pagando un deposito di cinque sterline, che si può recuperare all’atto della restituzione della carta. E’ possibile aggiungere credito alla carta ricaricandola presso gli sportelli presenti alla metro o attraverso macchinette elettroniche. Il credito potrà essere utilizzato per pagare i biglietti dei mezzi pubblici, il cui costo dipende dalle aree in cui ci si sposta e dalla fascia oraria in cui viene utilizzato il trasporto pubblico. I turisti saranno senz’altro felici di riscontrare che la maggior parte delle attrazioni della City sono nella cosiddetta “Zona 1”, ossia quella con i costi più bassi. Per i più piccoli, inoltre, la Oyster Card è ancora più conveniente: per i ragazzi di età compresa tra gli 11 ed i 15 anni c’è la Oyster Card ZIP, che presenta prezzi molto più bassi di quelli della Oyster Card ordinaria. I bambini di età inferiore agli 11 anni, invece, viaggiano gratuitamente su tutti i trasporti pubblici londinesi.

Oltre alla Oyster Card, è possibile utilizzare i trasporti pubblici londinesi utilizzando le Travelcards: si tratta di abbonamenti settimanali, mensili o annuali, che consentono, durante il periodo di validità, l’utilizzo “flat” di tutti i mezzi pubblici. Informandosi preventivamente sui costi sarà possibile scegliere quale dei due strumenti è più conveniente, tenendo presente le proprie propensioni di utilizzo dei mezzi pubblici.