Di: Sergio Palumbo

Marco Travaglio porta a teatro “Slurp”, un recital satirico sui lecchini e cortigiani della stampa italiana, che negli ultimi decenni hanno letteralmente infestato quotidiani e riviste con articoli dai contenuti svenevoli ed esageratamente edulcorati al servizio del governante o del potente di turno. Tratto dal suo omonimo libro, “Slurp” vede Marco Travaglio sul palco con la bravissima Giorgia Salari, che legge i brani tratti dai giornali.

Travaglio parte dai tempi di Mussolini, quando il Minculpop aveva come compito principale quello del controllo sulla cultura e l’organizzazione della propaganda del fascismo. Nel corso dei decenni, partendo dai governi democristiani fino ad arrivare all’odierno governo Renzi, passando per Craxi e vent’anni di Berlusconi, Travaglio evidenzia come le costanti di certa stampa italiana siano la ruffianeria ed il servilismo, snocciolando una serie di tragicomici brani tratti dai quotidiani degli ultimi decenni dove si può vedere come la bava di certi giornalisti si muova da una parte all’altra della barricata, praticando quello che Ennio Flaiano diceva essere lo sport più praticato dagli italiani, ossia il salto sul carro del vincitore.

L’ironia e l’irresistibile sarcasmo di Marco Travaglio rendono “Slurp” uno spettacolo più spassoso di tanti spettacoli comici, ma qui si ride per non piangere. Nell’epilogo, prima di assegnare i premi Oscar per la lecchinaggine, Travaglio propone la sua ricetta per cercare di contrastare questa brutta deriva di certa informazione italiana: prima di tutto, evitare di leggere giornali che pubblicano questo genere di contenuti (ammettendo con onestà il proprio conflitto d’interessi in quanto direttore de Il Fatto Quotidiano, che ovviamente invita il pubblico a leggere) ed, in secondo luogo, di subissare di proteste sui social network le pagine di questi giornali, dei direttori e degli editori.

Il ritmo serrato del recital e le indovinate scelte registiche di Valerio Binasco tengono alta l’attenzione dello spettatore fino al termine dello spettacolo, che, pur durando circa tre ore, non stanca mai il pubblico.

“Slurp”, di e con Marco Travaglio, sarà in scena al Teatro Bellini di Napoli fino al 20 novembre 2016.

Link: il sito del Teatro Bellini di Napoli – www.teatrobellini.it