Di: Sergio Palumbo

Dopo l’ottimo inizio della stagione teatrale 2016-2017 con “Filumena Marturano”, torna il grande teatro di Eduardo De Filippo al Teatro Diana di Napoli, con l’ultimo lavoro registico di Luca De Filippo prima della triste scomparsa, avvenuta quasi un anno fa.

“Non ti pago” è la storia di Ferdinando Quagliuolo e del suo vivere tra sogno e realtà. La sua passione per il gioco del Lotto (di cui, peraltro, gestisce una ricevitoria) fa sì che spenda gran parte dei suoi ricavi per giocare numeri che puntualmente non escono. Viceversa, il suo impiegato Mario Bertolini, invece è fortunatissimo e vince spesso coi numeri sognati, fino al giorno in cui vincerà una quaterna da quattro milioni di lire, giocando i numeri datigli in sogno dal defunto padre di Ferdinando. Già accecato dall’invidia, Ferdinando negherà il pagamento della vincita a Bertolini, rivendicandola per sé, in quanto il padre, nel dare i numeri a Bertolini, avrebbe commesso uno scambio di persona, poiché gli stessi sarebbero stati invece destinati a Ferdinando. Tra grottesche dispute legali, terribili maledizioni e un amore contrastato, “Non ti pago” è una delle commedie più brillanti della drammaturgia eduardiana e lo stesso autore la definì “una commedia molto comica, che secondo me è la più tragica che io abbia mai scritto”.

La scelta di Luca De Filippo, così come per le precedenti opere del padre da lui dirette, è quella di una profonda fedeltà al testo, restando nel solco della tradizione pur senza rinunciare a dare un’impronta fresca e personale alla propria regia. E, come il padre, Luca ha avuto grande cura e rigore nella scelta degli attori della propria compagnia, tutti di grande bravura e dall’ottimo affiatamento, anche per merito di Carolina Rosi, che ha preso il posto di capocomico del marito e ne prosegue il percorso con grande dedizione.

Gianfelice Imparato, che sostituì Luca nel ruolo di Ferdinando Quagliuolo già durante la sua malattia, quando la compagnia stava portando in tour proprio questa commedia, segue la lezione di Luca, mantenendo un’impostazione tradizionale che si avverte nei gesti, negli accenti e nelle inflessioni, ma facendo suo il personaggio che Eduardo scelse per sé, arricchendolo con i propri colori. Ottime le interpretazioni di tutti gli attori, a partire da Carolina Rosi, che nel ruolo di Concetta, è energica ed incisiva, e Massimo De Matteo, che ben delinea il personaggio di Mario Bertolini.

Molto gradevoli le scene di Gianmaurizio Fercioni, che ci portano nel salotto di casa Quagliuolo con lo sfondo di un cielo nuvoloso, come quello in cui cercano ispirazione Ferdinando ed Aglietello per giocare i numeri al Lotto; ben curati i costumi di Silvia Polidori. Le musiche di Nicola Piovani sono una vera chicca.

“Non ti pago” sarà in scena al Teatro Diana di Napoli fino al 4 dicembre 2016.

Link: il sito del Teatro Diana di Napoli – www.teatrodiana.it