Di: Sergio Palumbo

La diciassettesima edizione di “Brividi d’estate”, la rassegna estiva di teatro e letteratura organizzata da Il Pozzo e il Pendolo nella suggestiva cornice del Real Orto Botanico di Napoli, si inaugura con uno spettacolo tratto dal romanzo di Maurizio de Giovanni “Il giorno dei morti”, che vede come protagonista uno dei personaggi più amati dello scrittore napoletano, il Commissario Luigi Alfredo Ricciardi.

In questo romanzo della saga ambientata nella Napoli degli anni Trenta, Ricciardi si ritrova ad indagare sulla morte, apparentemente accidentale, di un piccolo orfano. Stranamente, però, sul luogo di ritrovamento del cadavere, questa volta Ricciardi non sente la voce del morto, come invece in genere gli accade. Data l’imminente visita di Mussolini a Napoli, Ricciardi riceve disposizioni di non indagare su quella morte, ma il commissario non riesce a non pensare a quel bambino, anche perché il cane che fu il suo unico amico lo segue praticamente dappertutto, quasi a volergli dire di non demordere e di continuare a cercare la verità. Allora Ricciardi sfrutta i giorni di ferie per proseguire le indagini per conto proprio, aiutato di nascosto dal fido brigadiere Maione, fino a giungere alla sconvolgente soluzione del caso.

Lo spettacolo, che vede l’adattamento e la regia di Annamaria Russo, si fonda principalmente sulla potenza del testo di de Giovanni. Paolo Cresta, in scena con la brava Ramona Tripodi, che, dietro un finto specchio, da corpo e voce in modo convincente al giovanissimo orfano, recita magistralmente il testo, ben adattato dalla Russo, con straordinaria empatia e riuscendo a tenere alta l’attenzione dello spettatore dall’inizio alla fine. Cresta riesce a rendere al meglio una delle caratteristiche peculiari dei libri di de Giovanni, che, oltre ad appassionare per gli intrecci coinvolgenti delle storie raccontate, colpiscono per l’abilità dell’autore di delineare i propri personaggi e di renderli familiari al lettore (ed in questo caso allo spettatore), anche raccontandone gli spaccati più intimi e teneri della propria vita. I sospiri per Elvira, le attenzioni della bella Livia, l’affetto della governante Rosa, i rapporti con i colleghi ed i superiori, sono tutti aspetti ben valorizzati da questo adattamento, anche grazie alle musiche ben dosate, a cura di Luca Toller. Semplici ma efficaci le scene di Bernardo Pinto ed il disegno luci di Sebastiano Cautiero.

“Il giorno dei morti” sarà in scena al Real Orto Botanico di Napoli fino a domenica 2 luglio 2017. La rassegna proseguirà poi il 3 luglio 2017 con “Giacomo Leopardi, un gobbo snob” di Gianni Aversano. Il programma completo della rassegna è consultabile qui: http://www.culturaspettacolo.it/2017/06/27/brividi-destate-2017-al-via-la-diciassettesima-rassegna-estiva-di-teatro-al-real-orto-botanico-di-napoli-dal-30-giugno-al-6-agosto-2017/

Link: il sito di Il Pozzo e il Pendolo –  www.ilpozzoeilpendolo.it