Di: Sergio Palumbo

“Questi fantasmi!”, presente nella “Cantata dei giorni dispari”, è stato il primo successo internazionale di Eduardo De Filippo, con la prima rappresentazione di una sua commedia all’estero, ed in particolare a Parigi. Dopo “Non ti pago”, ultimo titolo portato in scena da Luca De Filippo con la sua compagnia Elledieffe prima della sua tragica scomparsa e successivamente rappresentato con Gianfelice Imparato nel ruolo del protagonista, la stessa compagine di attori porta in scena quest’altro capolavoro eduardiano, affidando la regia a Marco Tullio Giordana.

Grande merito di Giordana è quello di rafforzare ulteriormente la già straordinaria attualità dell’opera eduardiana, mantenendosi assolutamente fedele al testo originario, mettendo anche la sua esperienza di regista cinematografico al servizio del teatro, cosa che si apprezza ad esempio nell’utilizzo sapiente di musiche e luci per descrivere efficacemente le paure del protagonista Pasquale Lojacono. La figura di Maria, la moglie di Lojacono, viene valorizzata dalla regia di Giordana, che ne fa una donna moderna, forte e determinata, che si fa artefice del proprio destino, scegliendo nel finale di andare per la propria strada, che è diversa da quella sia del marito che dell’amante. Anche la scena della sorella del portiere, la cui pazzia è di solito rappresentata quasi come un siparietto comico, qui si fa drammatica rievocazione di uno stupro subito, eppure senza tradire il testo originario, che lascia tante strade aperte sia al regista che allo spettatore: forse è proprio questo uno degli elementi più incredibili che contribuiscono a fare grande la drammaturgia eduardiana.

Gianfelice Imparato conferma, come già in “Non ti pago”, la sua eccezionale capacità di interpretare il ruolo che fu di Eduardo facendolo suo, allontanando possibili suggestioni emulative, senza però tradirne l’impostazione originaria, cosa che si apprezza soprattutto in una scena leggendaria come quella del caffè sul balcone e nei “dialoghi” con il professor Santanna. Carolina Rosi è abilissima nel rendere i dilemmi interiori di Maria, nel contempo conferendo al personaggio una nuova forza e determinazione, che ne fanno una donna quanto mai attuale. Di grande rilievo anche l’interpretazione di Nicola Di Pinto, che ben delinea il portiere mariuolo e misogino che picchia la moglie, ritenendo sia la miglior soluzione ai problemi di coppia (altra scena leggendaria). Più che all’altezza tutto il resto del cast, in cui spiccano Massimo De Matteo (Alfredo Marigliano), Paola Fulciniti (Armida), Giovanni Allocca (Gastone) e una bravissima Viola Forestiero, nel ruolo della sorella del portiere.

Le scene di Gianni Carluccio (che cura anche il fondamentale disegno luci) ben affrescano il palazzo storico napoletano dove si svolgono i fatti, con tanto di panni stesi sopra la scena. Ben curati i costumi di Francesca Livia Sartori e di grande impatto le musiche, a cura di Andrea Farri, che potenziano l’efficacia delle relative scelte registiche.

“Questi fantasmi!”, di Eduardo De Filippo, sarà in scena al Teatro Bellini di Napoli fino al 21 gennaio 2018.

Link: il sito del Teatro Bellini di Napoli – www.teatrobellini.it