TEATRO TOTO’

Via Frediano Cavara 12E

80137 Napoli

telefono 0815647525

direzione artistica Gaetano Liguori

presenta

giovedì 12 aprile 2018 ore 21.00

GIANCARLO GIANNINI

in

GIANCARLO GIANNINI

Vita aneddoti e racconti di un grande attore

con

MIMMO ESPOSITO MARCO ZURZOLO 3io GIANLUIGI ESPOSITO

ROSARIA DE CICCO

Continua con un grande evento la stagione del Teatro Totò diretto da Gaetano Liguori che, solo per giovedì 12 aprile, alle 21.00, in promozione per gli abbonati, porterà sul suo palcoscenico un’icona del cinema, del teatro e della televisione come Giancarlo Giannini. “Vita aneddoti e racconti di un grande attore”, è uno spettacolo che nasce da un’ idea di Susy Mennella, attrice e regista napoletana. Susy, infatti, ha concepito lo “spettacolo” come un talk show che non è un recital ma un racconto, un dialogo tra il famoso artista e gli spettatori. Un modo nuovo di fare spettacolo. A volte la realtà dei grandi è più interessante di un testo recitato. Soprattutto quando si tratta di artisti come Giancarlo Giannini. Un modo per ridurre e abolire la quarta parete che solitamente si ripropone a teatro. Giannini, uno dei più grandi artisti italiani, si metterà a nudo, raccontando e raccontandosi. Le sue esperienze, i suoi aneddoti…la sua vita. Attraverso dei video e dei giochi, attraverso interventi musicali capeggiati dal sassofonista Marco Zurzolo e il suo trio, attraverso canzoni che ci riporteranno ai sapori di napoletani, magari anche con le colonne sonore che hanno visto protagonista lo stesso Giannini. Tra queste, brani come “Assaje” cantato da Francesca Zurzolo, “Carmela“ cantata da Gianluigi Esposito. Non mancheranno, naturalmente, con gli interventi di Mimmo Esposito, i momenti recitati con l’ attrice Rosaria De Cicco e le letture dei brani tratti dal libro dello stesso Giannini edito da Longanesi “ Sono ancora un Bambino” ( Ma nessuno può sgridarmi ). Sempre Giannini, ancora, non negherà al pubblico la sua emozionante voce recitante grazie ad una serie di poesie e scritti divisi tra la produzione di Pablo Neruda, Garcia Lorca e Gabriel Garcia Marquez.