Maxim Vengerov e Vadim Repin,

due tra i più grandi violinisti al mondo

inaugurano la Stagione di Concerto 20XVI – 20XVII

del Teatro di San Carlo con un omaggio a Neville Marriner

Teatro di San Carlo

sabato 29 ottobre 2016, ore 20.30 Turno S

domenica 30 ottobre 2016, ore 18.00 Turno P

Sabato 29 ottobre 2016 ore 20.30 e domenica 30 ottobre ore 18.00 inizia ufficialmente la Stagione di Concerti 20XVI – 20XVII del Teatro di San Carlo. Protagonisti, insieme all’Orchestra stabile del Massimo napoletano, due dei più grandi violinisti dei nostri giorni, Maxim Vengerov e Vadim Repin, che eseguiranno insieme il Concerto in re minore per 2 violini e orchestra BWV 1043di Johann Sebastian Bach (1685 – 1750) in memoria di Neville Marriner (1924 – 2016), direttore d’orchestra recentemente scomparso.

Il concerto prosegue con Maxim Vengerov sul podio, impegnato a dirigere il ‘collega’ Repin, violino solista, nel Concerto n.1 in sol minore per violino e orchestra, op. 26 di Max Bruch (1838 – 1929). Chiude il proramma la Sinfonia n. 3 in la minore, op. 56 “Scozzese” di Felix Mendelssohn (1809 – 1847).

Applauditissimo lo scorso aprile, nell’ambito della stagione concertistica 20XV – 20XVI, Maxim Vengerov (classe 1974) torna al San Carlo nella doppia veste di solista e direttore d’orchestra. Un doppio ruolo che lo ha visto già collaborare in passato con compagini di grande prestigio, dai Berliner Philharmoniker alla London Symphony Orchestra, dalla BBC Symphony Orchestra alla Chicago Symphony Orchestra.

Nato a Novosibirsk, in Siberia, da padre oboista e madre direttore di un coro di voci bianche, inizia a studiare violino a quattro anni. Sin dai sedici è richiestissimo dalle principali sale da concerto di tutto il mondo, suona con tutti i grandi e incide dischi con Abbado, Barenboim, Rostropovic. Esponente di spicco della scuola violinistica russa, ha conseguito durante la sua carriera un Grammy Award nel 2004 e un Gramophone Artist of The Year nel 2002.

Siberiano è anche Vadim Repin, classe ’71, a soli 16 anni il più giovane vincitore del concorso per violino Concours Reine Elisabeth di Bruxelles, tra i più prestigiosi al mondo. Tra gli impegni più importanti delle ultime stagioni ricordiamo la tournée con la London Symphony Orchestra e Valery Gergiev; le collaborazioni con Christian Thielemann a Tokyo, con Riccardo Muti a New York, con Riccardo Chailly a Lipsia, quella in Australia con la London Philharmonic Orchestra e Vladimir Jurowski, e premières del concerto per violino scritto per lui da James MacMillan, unanimemente acclamato a Londra, Philadelphia, New York alla Carnegie Hall, alla Salle Pleyel di Parigi e al Concertgebouw di Amsterdam.

Composto tra il 1717 e il 1723, nel periodo in cui Johann Sebastian Bach (1685 – 1750) era Kapellmeister a Köten, Il Concerto in re minore per due violini BWV 1043 apre il programma della serata. Il concerto è articolato in tre movimenti lungo i quali il compositore di Eisenach riesce a combinare mirabilmente lo schema italiano di questa forma musicale con il suo complesso contrappunto.

A seguire il Concerto n. 1 in sol minore per violino e orchestra op. 26 di Max Bruch (1838 – 1929), lavoro di straordinaria intensità emotiva, eseguito per la prima a Brema, in Germania, il 7 gennaio 1868 con il virtuoso violinista Joseph Joachim come solista. La composizione rappresenta non solo più nota composizione di Bruch, ma anche uno dei brani dei più frequentemente eseguiti dai grandi violinisti.

Infine la Sinfonia n. 3 in la minore, op. 56 “Scozzese” di Felix Mendelssohn (1809 – 1847). Composta in circa 4 anni, la “Scozzese” fu dedicata alla regina Vittoria ed eseguita per la prima volta a Lipsia il 3 marzo 1842. I quattro tempi che la compongono sviluppano in musica le impressioni del viaggio che Mendelssohnn compì proprio in Scozia nel 1829, tra paesaggi dalla natura incontaminata, dirupi e scenari a strapiombo sul mare. La Sinfonia, tra i lavori più conosciuti del compositore, sembra richiamare poi, in particolare nel secondo movimento, le atmosfere del Sogno di una notte di mezza estate.

Il programma

Direttore e violino | Maxim Vengerov

Violino | Vadim Repin

Programma

Johann Sebastian Bach, Concerto in re minore per 2 violini e orchestra – BWV 1043

Max Bruch, Concerto n.1 in sol minore per violino e orchestra, op. 26

Felix Mendelssohn, Sinfonia n. 3 in la minore, op. 56 “Scozzese”

Orchestra del Teatro di San Carlo

Teatro di San Carlo

sabato 29 ottobre ore 20.30 Turno S

domenica 30 ottobre ore 18.00 Turno P