Mercoledì 31 ottobre alle ore 20,30

Chiesa Luterana – via Carlo Poerio, 5 (Napoli)

Concerto per arpa, viola e flauto con gli affermati solisti Bova, Borrelli e Montefoschi

Mercoledì 31 ottobre alle ore 20,30 alla Chiesa Luterana di Napoli (via Carlo Poerio 5), la rassegna Concerti di Autunno diretta da Luciana Renzetti ospita il trio composto da flauto, viola e arpa degli affermati solisti Andrea Montefoschi, Gianfranco Borrelli e Lucia Bova, per un recital dedicato a composizioni scritte e arrangiate per il singolare organico. Tra queste, le pagine dei contemporanei André Jolivet, Carlos Chavez e Giorgio Federico Ghedini, brani noti di Rossini (“La danza”), Mendelssohn (“Romanze senza parole”) e Bizet (“Habanera” da “Carmen”), assieme al romanticismo del belga Jean-Baptiste Singelée e all’impressionismo di Claude Debussy. Montefoschi, Borrelli e Bova hanno suonato da solisti e con importanti orchestre ed ensemble. L’arpista ha curato la prima esecuzione di composizioni -alcune scritte per lei- di numerosi autori tra cui Ennio Morricone.

Ingresso libero

Info: 338 4390960 / lucianarenzetti@gmail.com / www.celna.it

***

Mercoledì 31 ottobre alle ore 20,30

Chiesa luterana – via Carlo Poerio 5, Napoli

Andrea Montefoschi, flauto

Gianfranco Borrelli, viola

Lucia Bova, arpa

André Jolivet (1943 – 1974), Trio per flauto, fagotto (viola) ed arpa

André Jolivet (1943 – 1974), L’Etoile (da “Pastorale de Noel”)

André Jolivet (1943 – 1974), Les Mages (da “Pastorale de Noel”)

André Jolivet (1943 – 1974), La Vierge et l’Enfant (da “Pastorale de Noel”)

André Jolivet (1943 – 1974), Entrée et danse des Bergers (da “Pastorale de Noel”)

Arnold Bax (1883 – 1953), Elegiac Trio per flauto, viola ed arpa

Carlos Chavez (1899 – 1978), Trio per flauto, viola ed arpa (trascr. da Debussy e de Falla)

Giorgio Federico Ghedini (1892 – 1965), Concertato per flauto, viola e arpa

Claude Debussy (1862 – 1918), Deuxieme Sonata per flauto, viola e arpa

Felix Mendelssohn (1808 – 1847), Romanze senza parole

Gioachino Rossini (1792 -1868), La Danza

Gioachino Bizet (1838-1875), Intermezzo Habanera da “Carmen”

Cleuade Debussy (1862 – 1918), La fille aux cheveux de lin

Jean-Baptiste Singelée (1812-1875), Premier quator op. 53

Andrea Montefoschi, romano, si è diplomato presso il Conservatorio Santa Cecilia sotto la guida di Mario Ancillotti e si è successivamente perfezionato all’Accademia di Musica di Vienna, come borsista del Governo austriaco, nella classe di Wolfgang Schulz. Primo premio nel ’92 al Concorso europeo Città di Moncalieri (in duo col pianoforte), è stato inoltre premiato al Concorso flautistico “Francesco Cilea” di Palmi e in altri concorsi nazionali di musica da camera. Si è esibito in vari paesi europei suonando, oltre che in duo col pianoforte o col cembalo, con i più diversi complessi da camera. Ha collaborato fra gli altri con l’Orfeo Flute Quartet Wien, il Quartetto Aurora di Trieste, l’Ottetto italiano di fiati, i Solisti di Roma, i Solisti di Alpe Adria e i Solisti dell’Accademia Filarmonica Romana. Ha suonato inoltre con diverse orchestre (RAI di Napoli e Roma, Istituzione Sinfonica Abruzzese, Teatro dell’Opera di Roma, Orchestra Filarmonica di Roma) e, come primo flauto, con l’Orchestra Sinfonica Siciliana e quella del Teatro dell’Opera Giocosa di Savona. E’docente presso il Conservatorio di Latina.

Giovanni Borrelli nato a Napoli nel 1967, ha iniziato gli studi nella sua città natale, diplomandosi brillantemente sia in violino che in viola. Si è perfezionato con grandi didatti quali Tibor Varga, Norbert Brainin, Stefan Gheorghiou, Pavel Vernikov. A 15 anni ha vinto una borsa di studio della Comunità Europea come miglior strumentista del Sud Italia. In seguito si è distinto spesso in concorsi nazionali. Svolge un’intensa attività concertistica come camerista, leader orchestrale e solista. Dal 2000 è la prima viola dell’Orchestra Nuova Scarlatti di Napoli e in questa veste si è esibito, oltre che nelle stagioni regolari, in Russia, Cina, Libano, Israele ecc. Ha fatto parte di numerosi gruppi da camera, la sua attività concertistica lo ha portato ad esibirsi nelle più importanti sale. Dal 1993, in quanto vincitore di concorso, è docente di ruolo di quartetto e musica da camera nei Conservatori italiani.

Lucia Bova, dopo aver completato in giovanissima età gli studi musicali in Italia, è stata per due anni a Nizza (Francia) e nel Conservatorio di quella città ha conseguito il diploma francese in arpa ottenendo nel 1990 il “Premier Prix à l’Unanimité” sotto la guida di Elisabeth Fontan-Binoche. Lavora con diversi ensemble strumentali specializzati nell’esecuzione di musica contemporanea quali l’Ensemble Alter Ego, Ars Ludi, l’Ensemble Musica d’Oggi e l’Ensemble Dissonanzen di Napoli. Ha dato concerti presso prestigiose istituzioni concertistiche italiane. Inoltre si è esibita in Francia, Germania e negli Stati Uniti. Ha tenuto recitals solistici di musica contemporanea. Ha curato la prima esecuzione assoluta di diverse composizioni, alcune delle quali scritte espressamente per lei da compositori quali Ennio Morricone, Fernando Mencherini, James Dashow, Claudio Ambrosini.