Venerdì 22 settembre 2017, al Teatro di San Carlo la soirée di gala Il Gran Ballo di Cenerentola per contribuire all’acquisto di un prezioso tappeto Harlequin

Dagli imprenditori napoletani il sostegno all’iniziativa anche con l’Art bonus

Venerdì 22 settembre alle ore 21 lo storico Salone degli Specchi del Teatro di San Carlo farà da cornice al Gran Ballo di Cenerentola, l’esclusiva soirée di gala organizzata dalla Direzione Affari Istituzionali e Marketing del San Carlo, in collaborazione con Francesca Frendo e Carla Travierso, per il progetto di fund raising dedicato a dotare il Massimo napoletano di un Harlequin.

Il prezioso tappeto da danza – un pavimento ammortizzante che permette di ridurre il rischio di lesioni – sarà acquistato infatti grazie al ricavato dell’evento e grazie al contributo, offerto anche mediante il meccanismo dell’Art bonus, dai main sponsor dell’iniziativa: Acrotexture, Anglo Italian School, Eccellenze Campane e Tecno srl.

Il Gran Ballo di Cenerentola si aprirà con un valzer dell’étoile Giuseppe Picone, direttore del Corpo di Ballo del San Carlo, assieme ad alcuni ballerini della compagnia stabile. All’elegante serata (dress code cravatta nera) parteciperà Veronica Maya. Dopo una Cena di gala, gli ospiti saranno invitati a danzare sulle note dagli anni ’50 ai giorni nostri con la Raoul Swing Orchestra.

Nel corso della soirée, saranno sorteggiati alcuni cadeaux messi a disposizione da Arvedo Arvedi, Capri Watch, Grimaldi Lines, Ileana Della Corte, Alessandra Libonati, M. Cilento & F.llo, Nada for Nada, Paolo Bowinkel, Pensiero Verde, Riccio Caprese, Roberta Bacarelli, Silk & Beyond, Tramontano, partner dell’iniziativa assieme agli sponsor tecnici Casata Mergè, Scaturchio e Tenuta Fontana. Gli studenti dell’IISS Serra di Napoli cureranno l’accoglienza.

È possibile sostenere il progetto acquistando i biglietti per il Gran Ballo di Cenerentola

“Da parte del Teatro di San Carlo”, sottolinea il sovrintendente Rosanna Purchia, “del Corpo di Ballo e del direttore Giuseppe Picone, porgo un sentito ringraziamento all’imprenditoria e alla società civile napoletane per aver dimostrato ancora una volta grande vicinanza al proprio Lirico. Sostenere la musica e la danza significa favorire la crescita del territorio e della sua economia, il fiorire della sua bellezza e dei suoi valori. Auspico che l’iniziativa di oggi sia di invito alle imprese napoletane e campane, che sostenere il San Carlo è un’opportunità per loro stesse e per la comunità di cui facciamo parte”.

“Ho partecipato con entusiasmo al progetto”, afferma Mark Fedele, amministratore The Anglo Italian School, “per trasmettere ai miei allievi l’importanza del sostenere il Teatro di San Carlo, istituzione sopra ogni altra che attraverso i suoi valori, la sua storia e la produzione di arte, racconta il nostro Paese. Sono convinto che intervenire contribuendo alla valorizzazione del nostro patrimonio, non solo consenta di creare occupazione e impresa, ma avvicina i giovani alla cultura e alla creatività. L’Art bonus, inoltre, è uno strumento efficace che ha creato una nuova cultura di gestione e partecipazione del patrimonio pubblico”.

“La crescita del nostro gruppo è fortemente legata a Napoli e alla Campania”, dichiara Giovanni Lombardi, ceo di Tecno srl. “territorio nel quale abbiamo scelto di avere il nostro quartier generale, e pertanto siamo orgogliosi e lieti di poter sostenere nell’acquisto dell’Harlequin un’istituzione culturale così importante come il Teatro di San Carlo. Invito i tanti bravi imprenditori del nostro territorio a essere in prima linea nel supportare eccellenze culturali come il San Carlo, uniche al mondo”.

“Acrotexture”, sottolinea l’amministratore Massimo Riccio, “dà il proprio sostegno al Teatro di San Carlo, eccellenza senza confini e parte determinante della cultura del nostro territorio. Questa nuova iniziativa rappresenta per l’azienda il consolidarsi di una visione di partecipazione a sostegno di Istituzioni che producono bellezza e cultura, nella convinzione che l’arte debba essere fonte di ispirazione per chi produce sul territorio. Nella nostra prima campagna istituzionale Ci vuole stoffa per l’Arte, realizzata al Museo di Capodimonte, abbiamo aperto una strada che ci rappresenta ovunque come sinonimo di cultura ed evoluzione”.

“Eccellenze Campane”, commenta il presidente Paolo Scudieri, “sostiene da sempre le iniziative culturali del territorio e non solo. Il Teatro di San Carlo, in particolare, è un’icona di questa città e rappresenta un’occasione irrinunciabile di valorizzazione della nostra terra, così come lo sono i prodotti che tutto il mondo conosce e ci invidia. Siamo, quindi, orgogliosi di sostenere eventi come questi”.