ZUBIN MEHTA ANCORA SUL PODIO DEL SAN CARLO

PER LA “TERZA” DI MAHLER

APPUNTAMENTO TRA I PIU’ ATTESI DELLA STAGIONE SINFONICA 2014 -15

Venerdì 27 febbraio ore 20.30 e domenica 1 marzo alle 18 ancora un’appuntmento che si annuncia memorabile – e sicuramente tra i più attesi della Stagione – con il grande Maestro Mehta. Dopo il grande successo di Tristan und Isolde – andato in scena domenica 22 febbraio e in replica fino al 5 marzo – il direttore indiano dirigerà infatti Orchestra, Coro femminile e Coro di Voci Bianche del Lirico di Napoli in una delle pagine sinfoniche più imponenti e complesse della storia della musica: la Sinfonia n. 3 di Gustav Mahler di cuiMehta è infatti è interprete fra i più apprezzati al mondo.

Parte solista affidata a Lioba Braun (già impegnata in Tristan und Isolde del ruolo di Brangäne).

Composta tra il 1893 ed il 1896 (ed eseguita per la prima volta nel 1902), la “Terza” di Mahler è formata da sei movimenti. L’opera si presenta come un grande poema musicale che vuole dar voce alla natura nella sua totalità, descrivendo in ordine progressivo, attraverso i suoi ricercati elementi sonori ed il suo potente linguaggio, tutti gli stadi del creato fino a giungere ad una dimensione trascendentale: “Si comincia con la natura inanimata”, scrisse l’autore a proposito della sua composizione, “e si ascende fino a Dio. Potrei definire l’ultimo tempo ‘ciò che Dio mi racconta’ … La mia sinfonia sarà qualcosa di inaudito! Tutta la natura vi trova una voce e narra un mistero così profondo quale forse nel sogno si può presagire”. La Sinfonia n. 3 (nella quale echeggiano rimandi nietzschiani con estratti di “Così parlò Zarathustra”, scelti quale testo del quarto movimento), è in assoluto la sinfonia più lunga con la sua durata di circa 95 minuti. L’ultima esecuzione del capolavoro di Mahler al San Carlo è datata 31 maggio 2007.

Zubin Mehta nasce nel 1936 a Bombay e riceve la sua prima educazione musicale sotto la guida del padre Mehli Mehta, celebre violinista e fondatore della Bombay Symphony Orchestra. Dopo un breve periodo in cui si dedica agli studi in Medicina a Bombay, si trasferisce a Vienna nel 1954 dove segue i corsi di direzione d’orchestra di Hans Swarowsky all’Akademie für Musik. Nel 1958 vince il Concorso Internazionale di Liverpool e la Koussevitzky Competition a Tanglewood. Nel 1961 dirige le Filarmoniche di Vienna, Berlino e Israele con cui ha recentemente festeggiato i 50 anni di collaborazione. Dal 1961 al 1967 è Direttore musicale della Montreal Symphony Orchestra e dal 1962 al 1978 è Direttore musicale della Los Angeles Philharmonic Orchestra. Nel 1969 è Consulente musicale della Israel Philharmonic di cui poi diverrà direttore musicale nel 1977. Nel 1981 la Israel Philharmonic Orchestra gli conferisce il titolo di Direttore Musicale a vita. Con questa straordinaria compagine tiene più di tremila concerti e importanti tournée in tutti e cinque continenti. Nel 1978 è Direttore musicale della New York Philharmonic, incarico della durata di 13 anni, il più lungo nella storia dell’orchestra. Dal 1985 è Direttore principale dell’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino. Il suo debutto alla direzione di un’opera è a Montreal nel 1963 con Tosca. Da allora dirige al Metropolitan Opera di New York, alla Staatsoper di Vienna, alla Royal Opera House Covent Garden, alla Scala di Milano, nei teatri di Chicago e Firenze e al Festival di Salisburgo. Tra il 1998 e il 2006 è Direttore musicale della Bayerische Staatsoper di Monaco. Nel mese di ottobre 2006 inaugura il Palau de les Arts Reina Sofia di Valencia ed è presidente del Festival del Mediterraneo fino al giugno 2014, per cui ha diretto un acclamatissimo ciclo del Ring con la Fura del Baus in coproduzione con il Teatro dell’Opera di Firenze. Altri cicli del Ring sono stati diretti alla Chicago Opera e la Bavarian State Opera. Diversi i premi e i riconoscimenti che gli sono stati conferiti tra cui il ” Nikisch – Ring” lasciatogli in eredità da Karl Böhm. Zubin Mehta è cittadino onorario di Firenze e Tel Aviv ed è stato nominato membro onorario della Staatsoper di Vienna nel 1997, della Bavarian State Opera nel 2006 e della Gesellschaft der Musikfreunde Wien nel 2007. Il titolo di ” Direttore Onorario ” gli viene conferito dalle seguenti orchestre: Orchestra Filarmonica di Vienna (2001), Munich Philharmonic Orchestra (2004), Los Angeles Philharmonic (2006), Teatro del Maggio Musicale Fiorentino (2006), Staatskapelle Berlin (2014) e Bavarian State Orchestra (2006), con il quale si è esibito a Srinagar, nel Kashmir nel settembre 2013. Nell’ottobre 2008 è insignito dalla Famiglia Imperiale del Giappone del “Praemium Imperiale”. Nel marzo 2011 ottiene la stella sulla Hollywood Boulevard. Nel luglio 2012 gli viene conferita la Croce di Commendatore al Merito dalla Repubblica Federale di Germania. Nel settembre 2013 il governo indiano lo ha insignito del “Tagore Award per l’armonia culturale ” che un anno prima è stato assegnato a Ravi Shankar. Zubin Mehta continua a sostenere la scoperta e la promozione dei talenti musicali di tutto il mondo. Insieme al fratello Zarin è presidente della Fondazione Mehli Mehta Music di Bombay, in cui più di 200 bambini vengono educati alla musica classica. La Buchmann – Mehta School of Music di Tel Aviv si dedica invece alla crescita dei giovani talenti in Israele ed è strettamente legata alla Israel Philharmonic Orchestra: un nuovo progetto di insegnamento rivolto ai giovani arabi israeliani nelle città di Shwaram e Nazareth con insegnanti locali e membri della Israel Philharmonic Orchestra.

Lioba Braun riscuote grande successo nel ruolo di Isolde in una nuova produzione del Tristan und Isolde al Teatro Comunale di Firenze diretta da Zubin Mehta tra aprile e maggio 2014. Isolde è il suo ultimo debutto in un ruolo che interpreta prima nel Tristan und Isolde in forma di concerto sotto Andris Nelsons a Birmingham e a Parigi e poi in una nuova produzione a Norimberga e nel mese di settembre 2013 ad Anversa (direttore Dmitri Jurowski). Nell’ autunno del 2011 interpreta Marschallin in Der Rosenkavalier a Lipsia con Ulf Schirmer e ricopre lo stesso ruolo alla Deutsche Oper di Berlino con Donald Runnicles. Tra i suoi prossimi impegni Isolde al Wagner Festival di Wels, la Sinfonia n.8 di Mahler diretta da Andris Neslons al Tanglewood Festival, la Sinfonia n.8 di Penderecki a Zurigo diretta dallo stesso compositore, Elias di Mendelssohn a Berlino e al Rheingau
Musik Festival e la Missa Solemnis di Beethoven a Basilea e Stoccarda. Durante le stagioni si è esibita nei ruoli di Kundry in Parsifal, Brangäne, Fricka e Waltraute nel Ring des Nibelungen di Wagner, Ortrud in Lohengrin, Amme in Die Frau ohne Schatten, Venus in Tannhäuser a Berlino, Dresda, Leipzig, Düsseldorf, Monaco, Stoccarda, al Festival di Bayreuth, e a Vienna, Milano, Napoli, Roma, Ginevra, Barcellona, Madrid e Los Angeles. Nel suo repertorio concertistico le sinfonie di Gustav Mahler, che ha cantato anche diretta da direttori prestigiosi come Claudio Abbado, Daniel Barenboim, Riccardo Chailly, James Conlon, Jesus Lopez Cobos, Christoph Eschenbach, Mariss Jansons, Zubin Mehta, Riccardo Muti, Kent Nagano, Andris Nelsons, Sir Simon Rattle, Donald Runnicles e Christian Thielemann. La sua discografia comprende Lioba Braun sing Wagner diretta da Peter Schneider, il Requiem di Mozart con Thielemann, la Sinfonia n.2 e la Sinfonia n.8 di Mahler con Jonathan Nott, ancora la Sinfonia n.8 di Mahler con Chailly, Alt-Rhapsodie di Brahms con Helmuth Rilling e Suor Angelica di Puccini diretta da Andris Nelsons. Ha studiato con Charlotte Lehmann e insegna alla Hochschule für Musik und Tanz di Colonia.

TEATRO DI SAN CARLO

venerdì 27 febbraio 2015 ore 20.30 (Turno S)

domenica 1 marzo 2015 ore 18.00 (Turno P)

Zubin Mehta / Lioba Braun

Direttore: Zubin Mehta
Contralto: Lioba Braun

Maestro del Coro: Marco Faelli
Maestro del Coro di voci bianche: Stefania Rinaldi

Orchestra, Coro Femminile e Coro di Voci Bianche del Teatro di San Carlo

Programma
Gustav Mahler, Sinfonia n. 3, in re minore

biglietti da 20 a 100 euro

per info 0817972331 – 412 biglietteria@teatrosancarlo.it