DALLA CRONACA AL PALCOSCENICO:

“13 ASSASSINE” AL TEATRO TRAM,

IL NUOVO FORMAT DAL 2 AL 12 APRILE

INDAGA I DELITTI AL FEMMINILE

CON 15 AUTRICI E 25 INTERPRETI

Da Lucrezia Borgia alla strage di Erba, dal delitto di Chiavenna a Erika e Omar: uno sguardo poggiato con delicatezza su 13 atroci commessi da donne nell’arco di oltre 500 anni; 13 racconti nati dalla creatività di 15 autrici e messi in scena da 25 interpreti. È questo il fil rouge dell’originale rassegna “13 assassine”, in scena al Teatro Tram dal 2 al 14 aprile

Un format del tutto nuovo, ideato dal direttore artistico Mirko Di Martino, che per la prima volta mescola scrittura, rappresentazione e cronaca, imponendo alla rassegna un denominatore comune che attraversa secoli, storie, identità e realtà: una novità non solo per il modo in cui i delitti vengono raccontati e messi in scena, ma anche in termini di idea progettuale e complessità, visto il nutrito numero di professionisti coinvolti tra scrittura, regia, interpretazione e messa in scena.

Per due settimane ogni giorno in scena 4 spettacoli di circa 25 minuti ciascuno, dalle 19.30 alle 22.30. Il pubblico potrà scegliere se assistere a un solo spettacolo, a più di uno o a tutti quelli in programma nella serata.

 “Questo format nasce dalla volontà di abbandonare la curiosità morbosa che spesso accompagna i fatti di cronaca più feroci – spiega Mirko Di Martino – per indagare invece a fondo nelle dinamiche interiori che muovono una mano assassina. In un momento storico in cui il mondo femminile soccombe a innumerevoli episodi di violenza, abbiamo voluto cercare di capire dove si annida la genesi di un omicidio quando a commetterlo è una donna (e spesso, come in molti dei casi trattati, lo è anche la vittima). Nessun intento, da parte nostra, di minimizzarne o enfatizzarne le dinamiche, anzi: la presenza di 15 autrici vuole essere un plauso alla capacità, tutta femminile, di scandagliare i fenomeni umani”.

Sabato 30 marzo, alle ore 18, aperitivo di presentazione delle storie alla presenza di Mirko Di Martino, direttore artistico del Tram e ideatore del format, e delle autrici.

Le 13 storie

LEONARDA CIANCIULLI di Marina Cioppa, regia di Michele Brasilio, con Consiglia Aprovidolo e Stefania Remino

LA STRAGE DI ERBA di Rossella Corsuto e Valeria G. Salvi, regia di Roberta Misticone, con Milena Pugliese e Livia Berté

PIA BELLENTANI di Leda Conti, regia di Sergio Di Paola, con Leda Conti e Sergio Di Paola

IL DELITTO DI CHIAVENNA di Arianna Cristillo, regia di Giuliano Casaburi con Arianna Cristillo, Antonio Granatina, voci di Chiara Di Bernardo, Giusy Ruggiero, Angela Caputo

RINA FORT di Angela Rosa D’Auria, con Elena Fattorusso, Roberta Frascati e Pietro Juliano

ERIKA E OMAR di Patrizia Di Martino con Rosaria Langellotto

L’OMICIDIO ROCCIA di Claudia Balsamo, regia di Raffaele Bruno, con Roberta Aprea e Consiglia Aprovidolo

MASCIA TORELLI di e con Rebecca Furfaro

SONYA CALEFFI testo e regia di Sharon Amato, con Antonia Cerullo e Valerio Lombardi

DANIELA CECCHIN di e con Raimonda Maraviglia e Alessia Thomas, e con Sabrina Gallo, regia di Silvia Brandi

FRANCA BAUSO di Milena Pugliese con Marco Fandelli

LUCREZIA BORGIA di e con Iole Schioppi, e con Josèpha yavul Pangia

BEATRICE CENCI di e con Ramona Tripodi