Tempo di lettura stimato: 6 minuti

Giovedì 10 giugno, ore 19,30

Giardini di Villa Pignatelli – via Riviera di Chiaia 200, Napoli

Maggio della Musica, al via la Stagione di concerti 2021

Federico Mondelci e Paolo Biondi inaugurano la sezione estiva “Musica in Villa” in collaborazione con la Direzione regionale Musei Campania: nove concerti fino al 31 luglio, in programma l’integrale dei Quartetti d’archi di Beethoven con la partecipazione del prestigioso Fine Arts Quartet, “The sound teller” di Albert Hera e la prima dello spettacolo su Diego Armando Maradona di Stefano Valanzuolo con Paolo Cresta. In autunno al teatro Diana, “Solopiano” e “Il Maggio del Pianoforte”

NAPOLI – Al via la Stagione 2021 del Maggio della Musica, la 24esima dell’associazione napoletana presieduta da Luigia Baratti con la direzione artistica del pianista Michele Campanella. Il cartellone sarà articolato in più sezioni, con nuove proposte e con il recupero di alcuni appuntamenti del 2020 saltati per le restrizioni dell’emergenza sanitaria.

Dopo aver ritrovato il pubblico con due concerti a maggio 2021 al teatro Diana, il Maggio della Musica sarà come la scorsa estate nei giardini Villa Pignatelli: qui, dal 10 giugno al 31 luglio è in programma la seconda edizione di “Musica in Villa” con la collaborazione della Direzione regionale Musei Campania. Nove gli appuntamenti. L’inaugurazione è giovedì 10 giugno alle ore 19,30 con il duo formato dal sassofonista Federico Mondelci e dal pianista Paolo Biondi in un repertorio di ampio respiro, con pagine, tra gli altri, di Darius Milhaud, Leonard Bernstein, Gianni Iorio e Astor Piazzolla nel centenario della nascita. “Musica in Villa” proseguirà con l’integrale dei Quartetti per archi di Ludwig van Beethoven avviata nelle precedenti stagioni dal Maggio della Musica per celebrare i 250 anni dalla nascita del genio di Bonn: di scena, quattro prestigiose formazioni come il Quartetto Prometeo (17 giugno), Quartetto Mirus (24 giugno), Fine Arts Quartet (primo luglio) e Quartetto Adorno (10 luglio). Sempre per “Musica in Villa”, la sezione “Musica senza confini – Jazz in Villa” proporrà l’8 luglio la prima assoluta dello spettacolo “Sine Diez, musica per piedi innamorati” dedicato agli anni napoletani – dal 1984 al 1990, senza l’addio nel 1991- di Diego Armando Maradona, un testo di Stefano Valanzuolo con Paolo Cresta (voce recitante), Nino Conte (fisarmonica) ed Enrico Valanzuolo (tromba). Si prosegue il 17 luglio con una presenza di spicco, il “narratore di suoni” Albert Hera con il suo “The sound teller”, e ancora il 24 luglio con la voce di Emilia Zamuner e il suo hammond trio, e, il 31, con gli standard jazz riletti in modalità trio da Nico Gori (sax), Massimo Moriconi (basso) ed Ellade Bandini (batteria).

Il Maggio della Musica si sposterà in autunno al teatro Diana per la sezione “Solopiano” che tra gli altri vedrà in pedana Mariangela VacatelloMassimiliano Ferrati e alcuni giovani talenti, assieme al ritorno del contest internazionale per pianisti under 35 “Il Maggio del Pianoforte” (settima edizione). Chiusura a dicembre, a Villa Pignatelli, con un recital di Michele Campanella e con il terzo capitolo nel viaggio nella canzone napoletana affidato al duo minimoEnsemble del contralto Daniela Del Monaco con Antonio Grande (chitarra classica). La Stagione 2021 del Maggio della Musica è realizzata con il contributo del Ministero della Cultura e della Regione Campania.

MUSICA IN VILLA

Museo Diego Aragona Pignatelli Cortes – Villa Pignatelli, Napoli

10 giugno – 31 luglio 2021

Biglietti 10 euro – rivendite autorizzate

Info 392 9161691 – 392 9160934

Giovedì 10 giugno, ore 19,30

Villa Pignatelli, giardini

(recupero 2020)

Federico Mondelci, sassofono

Paolo Biondi, pianoforte

Darius Milhaud, Scaramouche

George Gershwin, Tre Preludi

Leonard Bernstein, Tonight, Somewhere, America da West Side Story Suite

Phil Woods, Sonata (I Mov.)

Jules Demersseman, Fantaisie sur un thème original

Pedro Iturralde, Pequeña Czardas

Gianni Iorio, Giorni di marzo               

Astor Piazzolla, Ausencias

Astor Piazzolla, Oblivion

Astor Piazzolla, Libertango

FEDERICO MONDELCI – Docente, camerista, solista e direttore d’orchestra, Federico Mondelci è da trent’anni uno dei maggiori e più apprezzati interpreti del panorama musicale internazionale. Diplomato in sassofono al Conservatorio di Pesaro, svolge la sua carriera a fianco di orchestre quali la Filarmonica della Scala con Seiji Ozawa, I Solisti di Mosca con Yuri Bashmet, la Filarmonica di San Pietroburgo e la Bbc Philharmonic sui palcoscenici più famosi del mondo: in Europa, Usa, Australia e Nuova Zelanda. Il suo repertorio non comprende solo le pagine “storiche”, ma è particolarmente orientato verso la musica contemporanea (Nono, Kancheli, Glass, Donatoni, Sciarrino, Scelsi, Gentilucci, Graham Fitkin, Nicola Piovani e altri compositori della nuova generazione) con composizioni spesso a lui dedicate. Mondelci ha registrato il repertorio solistico con orchestra (sia il repertorio per duo con pianoforte, sia per ensemble) per le etichette Delos e Chandos. Il disco dedicato a Giacinto Scelsi (per l’etichetta francese Ina) ha ottenuto il “Diapason D’Or”. Tra le sue collaborazioni, si ricordano quelle con Philippe Glass, Giya Kancheli, Luciano Berio, Giacinto Scelsi, Michael Nyman, Franco Donatoni, Henri Pousseur e Graham Fitkin. Nel 1982 ha fondato l’Italian Saxophone Quartet e nel 1995 l’Italian Saxophone Orchestra, con i quali si esibisce sia in Italia che all’estero. Le sue apparizioni come solista e come direttore solista comprendono l’Orchestra del teatro alla Scala, la New Zealand Symphony Orchestra, la Bbc Philharmonic, la Filarmonica di San Pietroburgo, l’Orchestra da Camera di Mosca, l’Orchestra Sinfonica di Bangkok. In occasione del bicentenario della nascita di Adolphe Sax, inventore del sassofono, ha ricevuto l’invito dalla Filarmonica di San Pietroburgo ad esibirsi come direttore e solista in un concerto di “gala” nella stagione 2014, nella prestigiosa stagione diretta da Yuri Temirkanov. Nel 2009 riceve il “Rossini d’Oro” della città di Pesaro e nel 2017 è stato insignito del titolo di “Marchigiano dell’Anno”.

PAOLO BIONDI – A dodici anni ha suonato con l’orchestra sotto la direzione di G. Taverna, R. Abbado e R. Chailly. Subito dopo ha vinto il primo premio assoluto nei Concorsi di Osimo e La Spezia e ha tenuto i suoi primi concerti in Italia, facendosi apprezzare ovunque per la spiccata sensibilità musicale, riconosciuta anche da pianisti di fama internazionale quali Paul Badura Skoda e Lazar Berman. A sedici anni è arrivato unico finalista italiano al Concorso Internazionale di Senigallia e dopo aver conseguito la maturità classica, si è diplomato con il massimo dei voti presso il Conservatorio di Milano. Ha tenuto recital solistici per importanti società concertistiche italiane riscuotendo unanimi consensi di pubblico e di critica. Dal 1981 ha iniziato a dedicarsi con passione alla musica da camera, specializzandosi nel repertorio per duo, soprattutto quello con sassofono, violoncello, violino e flauto, vincendo concorsi nazionali ed internazionali e tenendo concerti con strumentisti di fama internazionale anche in formazioni di trio e quintetto. Ha suonato tutte le sonate cameristiche di Brahms e gran parte del repertorio cameristico per duo con violoncello, flauto, sassofono. Con il celebre sassofonista Federico Mondelci ha suonato per le più importanti associazioni concertistiche italiane, tra le quali l’Istituzione Universitaria dei Concerti di Roma, la Filarmonica Laudamo di Messina, gli Amici della Musica di Palermo, gli Amici della Musica di Ancona, gli Amici della Musica di Vicenza, la Lipizer di Gorizia, Emilia Romagna Festival, l’Ente Concerti di Pesaro. Sempre in duo con il sassofono ha suonato a Roma nella Cappella Paolina per i Concerti del Quirinale in diretta radiofonica su Rai Radio Tre, e, all’estero, in Montenegro, in Germania e negli Usa. In duo con il violino ha suonato in Ungheria e per Rai Uno e Rai Tre.

Giovedì 17 giugno ore 19,30

Villa Pignatelli, giardini

FESTIVAL BEETHOVENIANO

Quartetto Prometeo

Musiche di L. van Beethoven

Giovedì 24 giugno ore 19,30

Villa Pignatelli, giardini

FESTIVAL BEETHOVENIANO

Quartetto Mirus

Musiche di L. van Beethoven

Giovedì 1° luglio ore 19,30

Villa Pignatelli, giardini

FESTIVAL BEETHOVENIANO

(recupero 2020)

Fine Arts Quartet

Musiche di L. van Beethoven

Giovedì 8 luglio ore 19,30

Villa Pignatelli, giardini

MUSICA SENZA CONFINI – JAZZ in VILLA

“Sine Diez, musica per piedi innamorati”

Testo di Stefano Valanzuolo

Paolo Cresta, voce recitante

Nino Conte, fisarmonica

Enrico Valanzuolo, tromba

Sabato 10 luglio ore 19,30

Villa Pignatelli, giardini

FESTIVAL BEETHOVENIANO

Quartetto Adorno

Musiche di L. van Beethoven

Sabato 17 luglio ore 19,30

Villa Pignatelli, giardini

MUSICA SENZA CONFINI – JAZZ in VILLA

Albert Hera, musica e voce recitante

The Sound teller

Sabato 24 luglio ore 19,30

Villa Pignatelli, giardini

MUSICA SENZA CONFINI – JAZZ in VILLA

Emilia Zamuner hammond trio

Alberto Marsico, organo hammond

Mimmo Del Pezzo, batteria

Emilia Zamuner, voce

“Everyday I have the blues”

Sabato 31 luglio ore 19,30

Villa Pignatelli, giardini

MUSICA SENZA CONFINI – JAZZ in VILLA

Nico Gori, sax

Massimo Moriconi, basso e contrabasso

Ellade Bandini, batteria

Modalità Trio

Standard jazz

***

Domenica 19 settembre ore 18,00

Teatro Diana

MAGGIO DEL PIANOFORTE

Giulia Toniolo, pianoforte

Musiche di F. Mendelssohn, C. W. Schumann, F. Chopin

Giovedì 23 settembre ore 19,30

Teatro Diana

SOLOPIANO

(recupero 2020)

Caterina Barontini, pianoforte

Musiche di E. Grieg

Domenica 26 settembre ore 18,00

Teatro Diana

MAGGIO DEL PIANOFORTE

Lemuel D’Anzi, pianoforte

Musiche di F. Mendelssohn, C. Debussy, F. Chopin

Mercoledì 29 settembre ore 19,30

Teatro Diana

SOLOPIANO

Leonardo Colafelice, pianoforte

Musiche di S. Prokof’ev, S. Rachmaninov

Domenica 3 ottobre ore 18,00

Teatro Diana

MAGGIO DEL PIANOFORTE

Dario Zanconi, pianoforte

Musiche di I. Albeniz, I. Stravinskij, M. Ravel

Giovedì 7 ottobre ore 19,30

Teatro Diana

SOLOPIANO

Mariangela Vacatello, pianoforte

Musiche di F. Chopin

Domenica 10 ottobre ore 18,00

Teatro Diana

MAGGIO DEL PIANOFORTE

Muraad Layousse

Musiche di L. van Beethoven, D. Scarlatti, R. Schumann, S. Prokofiev, B. Bartok

Giovedì 14 ottobre ore 19,30

Teatro Diana

SOLOPIANO

(recupero 2020)

Massimiliano Ferrati, pianoforte

Musiche di W.A. Mozart

DICEMBRE DATA DA DEFINIRE

Villa Pignatelli

SOLOPIANO

Michele Campanella, pianoforte

Musiche di R. Schumann

DATA DA DEFINIRE

Villa Pignatelli

MinimoEnsemble

Gouaches 3 – L’età d’oro della canzone napoletana: lavoro ed emigrazione