Di: Sergio Palumbo

Il “Manager 2.0” è un nuovo tipo di manager, “a cui piace scommettere sugli strumenti di nuova generazione, potersi esprimere al meglio usando Internet, software, apparecchi e servizi di nuova generazione”. “Perché la tecnologia si sfrutta, non si subisce”. Queste due frasi tratte dal libro di Dario Banfi e Lucio Miranda fanno già intuire di cosa si tratta: un prezioso manualetto che insegna ai manager come lavorare meglio sfruttando al massimo la tecnologia.

Il libro parte proprio dall’Abc: nozioni sulle reti, addirittura un glossario con i termini tecnologici più frequenti e anche un capitolo dedicato alla scelta della propria dotazione personale, che aiuta a capire che tipo di portatile comprare, quale monitor, quale tastiera quale mouse e anche quali accessori (chiavette USB, dischi e masterizzatori esterni, lettori MP3, etc.).

Seguono poi delle utili miniguide alle applicazioni più importanti per il lavoro di un manager: la posta elettronica, i word processor (con una strizzata d’occhio anche a prodotti open source), gli editor di presentazioni, gli instant messenger e l’agenda. Non mancano aspetti di gestione dei propri asset tecnologici, con guide sul recovery dei file, sulla crittografia, sul desktop searching, sugli antivirus, antispyware, etc. Non è finita qui: vengono trattati anche aspetti come la lettura della busta paga, come trovare lavoro su Internet, la formazione professionale, le associazioni di categoria, le fondi per lavorare e aggiornarsi (news, feed, blog, giornali e rassegne stampa, newsletter professionali, visure online, gare e appalti, legislazione), l’home banking e le carte di credito e perfino un capitolo per ottimizzare i propri viaggi di lavoro e non, grazie ai siti Internet segnalati dagli autori.

Eclettico come ogni buon manager dovrebbe essere, questo volume offre spunti molto interessanti per i manager che vogliono essere al passo con le nuove tecnologie: il miglioramento della qualità del loro lavoro, ma anche della loro vita, può essere davvero notevole.

Link: il sito di Apogeo – www.apogeonline.com