Venerdì 3 maggio alle ore 19,45

Villa Pignatelli – via Riviera di Chiaia, 200 (Napoli)

Maggio della Musica, inaugurazione della XXII edizione

Maurizio Baglini esegue i 27 Studi di Chopin

Concerti fino all’autunno nella dimora neoclassica della Riviera di Chiaia

Un nuovo pianoforte, l’integrale dei Quartetti di Beethoven, l’omaggio a Clara Schumann e il debutto italiano di Lidsky nel programma del direttore artistico Michele Campanella

NAPOLI – Venerdì 3 maggio alle ore 19,45 nella veranda neoclassica di Villa Pignatelli è in programma il concerto inaugurale della ventiduesima stagione del Maggio della Musica, promossa dall’omonima associazione presieduta da Luigia Baratti in collaborazione con “Gli Amici del Maggio” presieduti da Sergio Meomartini, con la direzione artistica di Michele CampanellaMaurizio Baglini, uno dei più brillanti e attivi pianisti della scena italiana, eseguirà un programma musicalmente ambizioso con tutti i ventisette Studi di Fryderyk Chopin, dalle raccolte op. 10 e op. 25 e dai Tre nuovi Studi per il Metodo di Moscheles e Fétis. Parte dell’incasso della serata sarà destinata a finanziare lo spettacolo sul tema del bullismo “#Smascheriamoli” degli allievi dell’Istituto Archimede di Ponticelli promosso dal Maggio della Musica. Gli Studi di Chopin fanno parte della vasta e pluripremiata discografia di Baglini. Il pianista pisano, classe 1975, si è esibito all’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, al Teatro alla Scala di Milano, al Teatro San Carlo di Napoli, alla Salle Gaveau di Parigi, al Kennedy Center di Washington ed è stato ospite di prestigiosi festival, tra cui La Roque d’Anthéron, Yokohama Piano Festival, Australian Chamber Music Festival. Direttore artistico dell’Amiata Piano Festival, è ideatore del progetto “Web Piano”.

Prende così il via la stagione 2019 del Maggio della Musica, che sarà accompagnata in esclusiva dal nuovo e straordinario modello Bösendorfer, pianoforte di una storica casa viennese di proprietà della Yamaha. I concerti si svolgeranno nella Villa Pignatelli e prevedono l’inizio dell’integrale dei Quartetti per archi di Beethoven – dopo quella delle Sonate per pianoforte del 2018 – con il prestigioso Fine Arts Quartet (30 maggio e di ritorno alla rassegna), il Quartetto Prometeo (6 giugno) e l’Elias Quartet (20 giugno). Il 9 maggio ci sarà un omaggio a Clara Schumann per i 200 anni dalla nascita con la formazione femminile Es Trio. Il 27 giugno debutterà in Italia Mikhail Lidsky con Prokof’ev e Skrjabin. Il 13 giugno, Domenico Nordio sarà ospite del Maggio per la prima volta, accompagnato da Orazio Sciortino. Il 23 maggio, Michele Campanella si esibirà con il soprano Linda Campanella per i Lieder di Liszt. Il 16 maggio Monica Leone eseguirà Bach.

La sezione autunnale si aprirà il 3 ottobre con il contralto Daniela Del Monaco e il chitarrista Antonio Grande in un recital sulla canzone napoletana. Dal 20 ottobre al 24 novembre sono in programma le finali del Maggio del Pianoforte 2019, il contest per gli under 35 di tutto il mondo promosso dal Maggio e giunto alla sesta edizione: sei gli “sfidanti” – cinque italiani e un’armena – con il più giovane di appena quindici anni. Dal 10 ottobre, il Maggio proporrà al Teatro Sancarluccio la quarta edizione dei recital “Gente di Napoli” di Massimo Andrei. E grazie a una convenzione con il San Pietro a Majella, si realizzerà una serie di concerti nelle Chiese di Napoli con i più bravi studenti di archi e ottoni del Conservatorio di Napoli.

Costo del biglietto: 20 euro (posto unico)

Info: 0815561369 – 392 9160934 / maggiodellamusica@libero.it / www.maggiodellamusica.it

Maggio della Musica

Stagione dei concerti 2019 – XXII edizione

Veranda neoclassica di Villa Pignatelli

Venerdì 3 maggio ore 19,45

Maurizio Baglini

Fryderyk Chopin (1810 – 1849)

Dodici Studi per pianoforte, op. 10

Dodici Studi per pianoforte, op. 25

Tre nuovi Studi per il Metodo di Moscheles e Fétis

Giovedì 9 maggio ore 19,45

EsTrio

Bicentenario della nascita di Clara Schumann

Laura Gorna violino

Cecilia Radic violoncello

Laura Manzini pianoforte

Clara Schumann Wieck (1819 – 1896)

Cinque Lieder, op. 12 e op. 13 trascrizione per violoncello e pianoforte

Vier flüchtige Stücke per pianoforte solo, op.15

Drei Romanzen per violino e pianoforte, op. 22

Trio per violino, violoncello e pianoforte, op. 17

Giovedì 16 maggio ore 19,45

Monica Leone pianoforte

Johann Sebastian Bach (1685 – 1750)

Invenzioni a due voci BWV 772-786

Toccata in mi minore BWV 914

Concerto nello stile italiano BWV 971

Partita in si bemolle maggiore BWV 825

Giovedì 23 maggio ore 19,45

Linda Campanella soprano

Michele Campanella pianoforte

Franz Liszt (1811 – 1886)

7 Lieder, per soprano e pianoforte

Funérailles, dalle “Harmonies poétiques et religieuses”, S 173 per pianoforte

Les jeux d’eau a la Villa d’Este, dalle “Années de pèlérinage.

Troisième Année”, S 163 per pianoforte

Tre sonetti del Petrarca, S 270 per soprano e pianoforte

Giovedì 30 maggio ore 19,45

Festival Beethoveniano

Fine Arts Quartet

Ludwig van Beethoven (1770 – 1827)

Quartetto in sol maggiore, op. 18 n. 2

Quartetto in do maggiore, op. 59 n. 3

Giovedì 6 giugno ore 19,45

Festival Beethoveniano

Quartetto Prometeo

Ludwig van Beethoven (1770 – 1827)

Quartetto per archi in re maggiore, op. 18 n. 3

Quartetto per archi in do diesis minore, op. 131

Giovedì 13 giugno ore 19,45

Domenico Nordio violino

Orazio Sciortino pianoforte

Wolfgang Amadeus Mozart (1756 – 1791), Sonata n. 40 in si bemolle maggiore per violino e pianoforte, K 454

Felix Mendelssohn-Bartholdy (1809 – 1847), Sonata in fa minore per violino e pianoforte, op. 4

Robert Schumann (1810 – 1856), Sonata n. 2 per violino e pianoforte in re minore “Grosse Sonate”, op. 121

Giovedì 20 giugno ore 19,45

Festival Beethoveniano

Elias Quartet

Ludwig van Beethoven (1770 – 1827)

Quartetto per archi in do minore, op. 18 n. 4

Quartetto per archi in si bemolle maggiore, op. 130

Giovedì 27 giugno ore 19,45

Mikhail Lidsky pianoforte

Aleksandr Scriabin (1872 – 1915)

Due Mazurke, op. 40

Quattro Preludi, op. 48

Sonata n. 5 in fa diesis maggiore, op. 53

Sonata n. 8, op. 66

Sergej Prokof’ev (1891 – 1953)

Sonata per pianoforte n. 6 in la maggiore, op. 82

Giovedì 3 ottobre ore 19,45

Daniela Del Monaco, contralto

Antonio Grande, chitarra

Domenico Cimarosa (1749 – 1801)

Le Figliole che so’ de vint’anne

(Aria di Giampaolo Lasagna da “Le astuzie femminili”)

Giovanni Paisiello (1740 – 1816)

Voglio ognor che mio Mari’

(Aria di Bettina da “Il duello comico)

Giovanbattista Pergolesi (1710 – 1736)

Voglio ognor che mio Mari’

(Aria di Bettina da “Il duello comico)

Anonimo XVIII secolo

Lo guarracino

AA.VV Sette canzoni d’Arte del primo Novecento

Suspiranno (1909)

Santa Lucia Luntana (1919)

O’ Surdato ‘nnammurato (1915)

Dduje Paravise (1928, chitarra sola)

Uocchie c’arraggiunate (1904)

Core ‘ngrato (1911)

Canzone appassiunata (1922)