Giovedì 9 maggio alle ore 19,45

Veranda neoclassica di Villa Pignatelli – via Riviera di Chiaia, 200 (Napoli)

Tre musiciste per Clara Schumann: EsTrio al Maggio della Musica

Concerto per il bicentenario della nascita della straordinaria pianista e compositrice, moglie di Robert Schumann

NAPOLI – Giovedì 9 maggio alle ore 19,45 nella veranda neoclassica di Villa Pignatelli per il Maggio della Musica 2019, l’EsTrio di Laura Gorna (violino), Cecilia Radic (violoncello) e Laura Manzini (pianoforte), formazione al femminile ospite delle maggiori stagioni concertistiche, omaggerà Clara Wieck Schumann nel bicentenario della nascita. Il programma proporrà alcune pagine della straordinaria pianista e compositrice, moglie di Robert Schumann: Cinque Lieder op. 12 e op. 13 in una trascrizione per violoncello e pianoforte, Vier flüchtige Stücke per pianoforte solo op. 15, Drei Romanzen per violino e pianoforte op. 22 e Trio per violino, violoncello e pianoforte op. 17.

Da enfant prodige (debuttò a nove anni) a concertista nelle maggiori capitali europee, Clara Josephine Wieck (Lipsia, 13 settembre 1819) fu legata a Robert Schumann da un grande amore. Lo sposò nel 1840 contro la volontà paterna. Dopo la morte del marito nel 1856, contribuì alla determinante diffusione delle sue opere, di cui curò alcune pubblicazioni e di cui fu una grande interprete insieme con tutto il repertorio romantico, da Beethoven a Chopin, a Liszt e a Brahms (con il quale strinse profonda amicizia). Compose un concerto, molta musica per pianoforte e diversi Lieder. Morì nel 1896.

Costo del biglietto: 20 euro (15 euro over 65; 10 euro under 26)

Prenotazione obbligatoria: 0815561369 – 392 9160934

***

Giovedì 9 maggio alle ore 19,45

Veranda neoclassica di Villa Pignatelli – via Riviera di Chiaia, 200 (Napoli)

Bicentenario della nascita di Clara Schumann

EsTrio

Laura Gorna, violino

Cecilia Radic, violoncello

Laura Manzini, pianoforte

Clara Schumann Wieck (1819 – 1896)

Cinque Lieder, op. 12 e op. 13 trascrizione per violoncello e pianoforte

Vier flüchtige Stücke per pianoforte solo, op. 15

Drei Romanzen per violino e pianoforte, op. 22

Trio per violino, violoncello e pianoforte, op. 17

EsTrio _ Sin dal suo esordio nel 2005, si è immediatamente imposto all’attenzione del pubblico e della critica come una delle migliori formazioni cameristiche. Ospite abituale delle maggiori stagioni concertistiche italiane ed estere, EsTrio ha anche eseguito le integrali della musica da camera di Schumann e Mendelssohn e numerosi concerti solistici per Trio e orchestra. Da sempre attento al mondo femminile, EsTrio è impegnato nella valorizzazione delle compositrici ed ha anche preso parte alle celebrazioni per la festa della donna del Quirinale nel 2009, suonando alla presenza del Presidente Napolitano. Dallo stesso spirito è nata la collaborazione con il blog del Corriere della Sera “la 27a ora”, che l’ha reso anche protagonista di un cortometraggio. L’eclettismo e il desiderio di sperimentazione spingono EsTrio a collaborare anche con artisti provenienti da esperienze eterogenee, come la poetessa Maria Grazia Calandrone, la coreografa Antonella Agati, gli attori Gaia De Laurentiis, Sonia Bergamasco, Luca Zingaretti e Bustric. Il nome EsTrio nasce dalla fusione tra Es, mi bemolle tedesco, l’Es della concezione freudiana, e la parola Trio, che insieme evocano la consonanza con ‘estro’. EsTrio ha inciso per Fonè ed è recentemente uscito per Decca un CD dedicato ai Trii di Mendelssohn.